“Non ho l’età”, la pagina Facebook dei giovani che s’inventano un futuro

È un progetto nato nel maggio del 2012 da un’idea di Stefano Aschieri, Mattia Cossi, Perla Sardella e Antonio Zingaro: parla di giovani, start up e nuove tecnologie

“Per un ventenne trovare posto fisso in questo periodo, sembra praticamente impossibile.
commettiamo l’errore di seguire la strada che hanno percorso i nostri genitori negli anni
ma gli anni sono diversi, e non ci offrono più le stesse sicurezze. Lamentarci troppo è inutile, rimpiangere ancora di più”.
Non ho l’idea” è un progetto nato nel maggio del 2012 da un’idea di Stefano Aschieri, Mattia Cossi, Perla Sardella e Antonio Zingaro.
Giovani che si sono resi conto che mezzi e metodologie di lavoro sono cambiati e ora si chiedono: cosa ci offre il presente e il futuro? come un ventenne può trovare, inventarsi un lavoro con i mezzi che ci si presentano davanti? Che ruolo occupano le nuove tecnologie e internet nella nostra vita lavorativa e imprenditoriale?

Da queste domane nasce “Non ho l’età”. Dall’interesse comune di 4 ragazzi per il documentario, la questione dei “makers”. Con una serie di documentari di 6 – 7 minuti vogliono parlare di realtà esistenti e portate avanti da giovani. In italia.

In questi documentari vogliono parlare dell’esperienza dei tanti ventenni start-upper che tentano di costruire un’impresa dal nulla. Un progetto personale che nasce con poco e si sviluppa con i mezzi che noi tutti abbiamo a disposizione.

LA PAGINA FACEBOOK

Parliamo di giovani – spiegano gli animatori di “non ho l’età” – che reagiscono alla crisi inventandosi una nuova strada e il proprio posto di lavoro, partecipando allo sviluppo di questo paese.
Le particolarità che accomunano questi progetti è l’utilizzo delle nuove tecnologie, che siano queste presenti in fase di produzione oppure in fase di comunicazione utilizzando il web come piattaforma e strumento principale per promozione e vendita. Lo strumento migliore per farsi conoscere, che permette di raggiungere un pubblico elevato nel minore tempo possibile. Internet rappresenta l’unico posto dove persone e progetti senza esperienza possono emergere, vendendo i propri servizi, reinventadosi.

Il primo documentario girato spiega il progetto di Wavez, del quale aveva parlato anche Varesenews: Andrea Mancarella e Alessandro Gazzardi hanno fondato Wavez Skateboardz nel loro garage. Il loro lavoro si concentra sul riutilizzo delle vecchie tavole di amici e conoscenti per renderle dei pezzi unici e totalmente realizzati a mano. Il supporto degli altri è fondamentale per Wavez, non esisterebbero senza il supporto di chi dona le tavole, nè senza quello della rete che hanno costruito con il tempo sul web.

Non ho l’età: Wavez Skateboardz from Non ho l’età on Vimeo.
 

Il secondo documentario spiega il progetto di Wood’d, anche di questo abbiamo scritto nei mesi scorsi: Andrea e Stefano Aschieri hanno fondato, circa un anno fa, Wood’d. Ciò che rende Wood’d speciale è che sono i due fratelli ad occuparsi di ogni singolo aspetto del lavoro. Wood’d propone accessori in legno per devices come Iphone, Ipad e Macbook pro oltre a kit di sopravvivenza per i giovani del ventunesimo secolo come accessori per il sushi, avvolgicuffie, agende. Questo breve documentario racconta la nascita del progetto, le particolarità dei prodotti, le ragioni che hanno spinto Andrea e Stefano a scegliere di avviare un’attività, ma anche il collegamento del loro progetto con l’azienda di famiglia che da 50 anni lavora il legno.

Non ho l’età: Wood’d from Non ho l’età on Vimeo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.