PD: “Trenord dia l’abbonamento gratis a gennaio ai pendolari”

Stefano Tosi e Alessandro Alfieri hanno verificato in mattinata la situazione nelle due stazioni di Varese. «Situazione ancora difficile, ma non tragica»

Situazione ancora difficile, ma non tragica come gli scorsi giorni, pendolari arrabbiati e al contempo rassegnati per la mancanza di coordinamento del servizio ferroviario regionale. È questa la sintesi che fanno i consiglieri regionali del PD Stefano Tosi e Alessandro Alfieri dopo il sopralluogo che hanno fatto venerdì mattina dalle 7 alle 9 nelle due stazioni di Varese. In questo lasso di tempo sono stati due i treni in soppressi e cinque o sei convogli sono partiti con circa 15 minuti di ritardo. «Inoltre – segnala Tosi -anche i pullman che collegano Varese con Ponte Tresa avevano parecchi minuti di ritardo».
Tosi e Alfieri non sono stati gli unici esponenti regionali del Pd a mobilitarsi. «Cinque giorni con questi disservizi sono inaccettabili – commenta Alfieri -. Per questo oggi anche i nostri colleghi sono nella stazioni di Milano, Como, Mantova e Crema».
Anche oggi, gli esponenti del PD hanno portato avanti la richiesta già avanzata ieri. «La richiesta unanime – ribadisce Tosi – di un giusto risarcimento per i disservizi subiti ad esempio con un abbonamento gratuito per il mese di gennaio. Il sentimento comune riscontrato tra gli utenti è un misto di rabbia e rassegnazione anche se su un punto sono molto ferrei: chiedono un doveroso risarcimento da parte di Regione e Trenord per i pesanti disagi subiti. Ovviamente indipendentemente dalla verifica degli indici di affidabilità per l’ottenimento del bonus senza aspettare i tre mesi di tempo necessari per essere pubblicati. Questo dovrebbe essere il normale comportamento di un’azienda ferroviaria rispettosa dei suoi clienti nel momento in cui disattende in maniera così clamorosa il contratto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.