Per Busto e Villa un Natale sotto rete

Doppio appuntamento sotto l’albero con il campionato di pallavolo: sabato la Unendo Yamamay va in trasferta a Treviso, l’Asystel MC-Carnaghi ospita Piacenza nel big match. Si torna in campo mercoledì 26

Tutti in campo per le feste: dei tanti cambiamenti a cui la pallavolo femminile è andata incontro negli ultimi anni, spesso suo malgrado, la formula delle “partite di Natale” è senza dubbio la più positiva e piacevole, soprattutto perché in grado di attirare visibilità e attenzione sul volley in un periodo che altrimenti lascerebbe a digiuno gli appassionati di sport. Quest’anno, poi, la composizione del calendario è particolarmente favorevole e concentra in poche ore (tra il 22 e il 26 dicembre) due giornate decisive per la classifica finale del girone d’andata, che determinerà gli abbinamenti dei quarti di finale di Coppa Italia. Si comincia sabato 22 dicembre con due sfide particolarmente stuzzicanti per Busto Arsizio e Villa Cortese: la Unendo Yamamay va in trasferta alle 20.30 sul campo della rivelazione Conegliano (interessante verificare come reagirà la squadra di Parisi alle assenze di Lloyd e, forse, Marcon), mentre l’Asystel MC-Carnaghi ospita Piacenza – diretta su Rai Sport 2 – per una sfida in famiglia tra le sorelle Lucia e Caterina Bosetti. Il tutto in attesa del “gran finale” di Santo Stefano con Bergamo-Villa e Busto-Modena.

QUI BUSTO – Il Palaverde è croce e delizia per Conegliano: dopo essere “emigrata” per insanabili contrasti con l’amministrazione comunale sulla gestione dell’impianto di casa, l’Imoco ha trovato una straordinaria accoglienza in quella che fu la casa di Benetton e Sisley Treviso, catalizzando l’attenzione di 3000 spettatori a partita (in media). La squadra di Gaspari non è riuscita però a sfatare il tabù: finora 4 sconfitte su 4 partite casalinghe e soltanto 2 punti conquistati, mentre in trasferta le “pantere” hanno sempre vinto, assicurandosi così un sorprendente sesto posto in classifica. Che sia una questione ambientale o soltanto di cabala, la Unendo Yamamay non vuole certo essere la prima a interrompere la… tradizione: la squadra bustocca deve però fare i conti con l’assenza di Carli Lloyd, richiamata negli Stati Uniti per un consulto medico. In regia ci sarà dunque Caracuta (nella foto di R. Gernetti), come già nelle ultime due esibizioni contro Dinamo Bucarest e Bologna, mentre per la panchina è stata convocata la giovanissima Caterina Cialfi (“risparmiata” Prandi vista la contemporaneità con il big match della Unendo Yamamay di B1, che ospita la capolista Monza). Non solo: nel corso della settimana si è fermata anche Francesca Marcon, la grande ex nata proprio a Conegliano e cresciuta nel vivaio della società veneta, con cui ha giocato fino al 2010. Negli ultimi giorni Cisky è stata alle prese con una fastidiosa influenza, ma lo staff biancorosso sembra fiducioso in un suo recupero per la sfida di sabato; in caso contrario sono pronte Brinker e Lombardo. Almeno 100 i tifosi che seguiranno le “farfalle” fino a Treviso, per dare un seguito ai festeggiamenti che in settimana hanno coinvolto le giocatrici della Futura sia al palazzetto, sia al Museo del Tessile insieme agli Amici delle Farfalle.

Imoco Conegliano-Unendo Yamamay Busto Arsizio
Conegliano: 2 Agostinetto, 5 Maruotti, 6 Fiorin, 7 Daminato, 8 Efimienko, 9 Camera, 10 Zanotto, 12 Rossetto, 13 Calloni, 14 Nikolova, 15 Crozzolin, 16 Barcellini. All. Gaspari.
Busto A.: 1 Faucette, 2 Cialfi, 4 Brinker, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Arbitri: Andrea Pozzato e Antonio Longo.

QUI VILLA –
Il successo di domenica scorsa a Crema, arrivato dopo tante difficoltà tra campionato e Coppa, non ha soltanto risollevato il morale dell’Asystel MC-Carnaghi e del suo ambiente; è servito anche a qualificare matematicamente la squadra cortesina per i quarti di finale di Coppa Italia, dato che le biancoblu non possono più essere raggiunte né dalla stessa Crema, né da Pesaro. Ora si tratta di vedere in quale posizione della griglia si piazzerà Villa Cortese, che Carlo Parisi ha definito la “mina vagante” di questa prima fase di Coppa: di sicuro, per scalare la classifica è necessario fare punti contro Piacenza, seconda a un solo punto dalla capolista Unendo Yamamay e con 5 di vantaggio sull’Asystel. Se si esclude il passo falso di Busto Arsizio, la squadra di Davide Mazzanti ha avuto fin qui un rendimento lineare e conforme al suo ruolo di favorita della vigilia: impressione confermata dalle statistiche, che attribuiscono alle emiliane il secondo miglior muro del campionato (dopo la stessa Villa) e la miglior ricezione in assoluto. Su quest’ultimo fondamentale c’è anche la firma di Lucia Bosetti, una delle ex dell’incontro insieme a Manuela Secolo; per l’albizzatese sarà sfida in famiglia con la sorella Caterina. Ma in casa Asystel ci sono anche altri motivi di interesse: il recupero di Veljkovic dall’infortunio (probabilmente le sarà ancora preferita Garzaro, la migliore in campo a Crema) e soprattutto le scelte di Caprara in regia. L’ultima vittoria è arrivata infatti sotto il segno di Rondon, per la prima volta titolare dall’inizio alla fine al posto di Mojica: la fiducia alla palleggiatrice pisana sarà confermata?

Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese-Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò, 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 7 Folie, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 C.Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon. All. Caprara.
Piacenza: 1 Frigo, 3 Gennari, 4 Leggeri, 6 Turlea, 7 Meijners, 8 Secolo, 9 Nicolini, 10 Ferretti, 11 Sansonna (L), 14 Radenkovic, 16 L.Bosetti, 17 Zilio (L). All. Mazzanti.
Arbitri: Sandro La Micela e Ilaria Vagni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.