Police: “Caro Palumbo, il rinnovamento noi l’abbiamo già avviato”

Tommaso Police, esponente dei Giovani Democratici in prima fila per Matteo Renzi, risponde ad Angelo Palumbo del PdL, che aveva criticato la "vecchia guardia" del suo partito, a partir dal Cavaliere

«Caro Angelo, con Matteo Renzi il cambiamento nel Pd è avviato». A Cassano Magnago si discute del rinnovamento dei partiti e del ruolo delle nuove generazioni: a parlare è Tommaso Police, dei Giovani Democratici, prendendo spunto dalle parole di Angelo Palumbo, il segretario cittadino del PdL che ha criticato apertamente la ri-discesa in campo di Silvio Berlusconi.
«Caro Angelo, noi che abbiamo sostenuto Matteo Renzi un sussulto d’orgoglio lo abbiamo avuto. Rappresentiamo il 41% in Italia ( il 44% a Cassano Magnago) dell’intero centrosinistra senza avere l’appoggio dei dirigenti del Pd, del 90% dei parlamentari, di Vendola, Puppato , Tabacci, CIGL, ecc… Questo significa che il cambiamento è avviato, è vero, non abbiamo vinto, ma ora all’interno del primo partito italiano siamo consapevoli di avere un’importanza di assoluto rilievo che sarà un valore aggiunto per il PD e per il nostro candidato premier Pierluigi Bersani.

Palumbo ha vagheggiato anche un ruolo di Renzi come "catalizzatore" di un’alleanza trasversale e generazionale, ma la proposta non piace a Police, che di Renzi è stato grande sostenitore: «Capisco che politicamente ti senti smarrito, mi spiace deluderti ma non abbiamo in mente nessun nuovo soggetto politico, ci sono già tanti anzi troppi di partiti e partitini in Italia, i cittadini non ne hanno bisogno, è finita l’epoca dei partiti ad personamNoi abbiamo avviato un percorso lungo, pieno di ostacoli ma che sicuramente ci porterà lontano. Abbiamo avvicinato tante persone alla politica e al Partito Democratico grazie a Matteo Renzi e ai comitati sparsi in tutta Italia, è un patrimonio che non disperderemo perché rafforza e cambia notevolmente il Partito Democratico.  Il Patto generazionale lo facciamo con i cittadini, con i giovani che hanno voglia di mettersi in gioco e provano a migliorare il nostro Paese come abbiamo fatto in questi mesi di campagna per le primarie al fianco di Matteo Renzi, di certo non lo facciamo con mezzi accordi da politici di vecchio stampo.  Noi in maniera democratica lasciamo decidere ai cittadini, li rendiamo partecipi per questo a breve faremo le primarie per i parlamentari, senza dimenticare sabato 15 le primarie per il candidato presidente della regione Lombardia … So che ti piacerebbe fare delle primarie, ma il tuo presidente ve lo ha impedito candidandosi in prima persona rottamando in un colpo solo Alfano e Meloni. ..assurdo, vero?».

E dall’esponente dei Giovani Democratici arriva anche qualche stoccata al PdL: «E’ un peccato che il tuo PDL non faccia piu le primarie, poteva essere un grande segnale in vista dei tempi che stanno cambiando…Invece si ritorna al vecchio partito ad personam, che tristezza. Noi siamo usciti dai vecchi schemi facendo scegliere i cittadini, voi?». Ma c’è anche un po’ di polemica locale, legata alle scorse elezioni: «Apprezzo il tuo buon gusto nel non sostenere più Silvio Berlusconi, capisco il tuo imbarazzo, se fossi in te mi dimetterei da Segretario e scioglierei il PDL a Cassano Magnago, cosi finalmente potrai fare il grande coordinatore a tutti gli effetti della Lista Civica Poliseno senza doverti nascondere…Hai dimostrato che la tua è stata un’operazione di marketing che ha permesso a voi di vincere offuscando il simbolo del Popolo della Libertà, ora sentiti libero».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.