Politica e spiritualità, un incontro per parlarne

Organizza il decanato di Legnano presso l'oratorio San Magno

 Domenica 9 dicembre il Decanato di Legnano organizza un incontro di spiritualità in ambito sociopolitico dedicato ai cittadini credenti e al servizio del bene comune. Così descriono l’iniziativa Roberto Benetti, responsabile Commissione socio-politica Decanato di Legnano, Gianni Borsa, direttore di “Segno”, rivista nazionale Azione Cattolica Italiana e Alberto Fedeli, segretario Consiglio pastorale dell’Arcidiocesi di Milano.

“In un momento in cui il perdurare della crisi economica sta generando paure e insicurezze che rendono più fragile il legame tra i cittadini, occorre che la politica sappia elaborare risposte all’altezza della situazione, capaci non soltanto di farci uscire dal periodo di difficoltà, ma di migliorarci. Un clima di fiducia sarà realizzabile se insieme si lavorerà per salvaguardare dall’erosione dell’individualismo le questioni etiche rilevanti, promuovendo i valori ispirati alla retta ragione e al Vangelo”. Sono parole tratte dal recente documento dei Vescovi milanesi dedicato alla situazione politica regionale e italiana, contenente “alcune indicazioni per vivere questo tempo con responsabilità”.

Il testo del Consiglio Episcopale della Diocesi, datato 27 novembre, sottolinea ancora: “Dai cattolici in particolare ci si attende l’impegno per rafforzare la credibilità di un impegno speso al servizio della politica: siano esemplari per rigore morale, attenzione alla gente, spirito di servizio, professionalità, capacità non solo di rifiutare ogni forma di corruzione ma anche di anteporre il bene comune ai propri anche legittimi interessi di parte”. È con questo spirito che il Decanato di Legnano ha promosso l’incontro di formazione e spiritualità per le persone impegnate in ambito sociale e politico, che si svolgerà domenica 9 dicembre, dalle ore 9.30 alle 13.00, presso l’Oratorio San Magno, in via Montenevoso 20. Il programma prevede la lettura e meditazione su un brano biblico, tempo per il silenzio personale, un momento di confronto, la preghiera e la celebrazione eucaristica.

Si tratta di un servizio non nuovo della Chiesa locale – avviato anche a Legnano oltre vent’anni fa su sollecitazione dell’allora Arcivescovo Martini e proseguito poi con convinzione dagli Arcivescovi Tettamanzi e Scola -, frequentato sia da persone che ricoprono incarichi all’interno delle istituzioni civili e dei partiti, oppure nei sindacati, nella scuola, nel mondo del lavoro e dell’impresa, nell’associazionismo laicale e nel volontariato… Molteplici sono gli intenti di questo appuntamento: misurare il proprio impegno con la Parola di Dio e con la Dottrina sociale della Chiesa; coltivare motivazioni “alte” che animino nel profondo la presenza pubblica dei cristiani per una testimonianza evangelicamente coerente, rifuggendo a prassi egemoniche; sensibilizzare ed educare i cittadini credenti verso un competente e rigoroso impegno sociopolitico; far maturare senso di responsabilità e predisposizione al dialogo sui temi che toccano la sfera pubblica.
I pastori della Chiesa legnanese, così come i Consigli parrocchiali e decanale, hanno spesso richiamato il ruolo dei laici cristiani, accanto a tutti i cittadini, per la costruzione della “città dell’uomo a misura d’uomo”. E questa ulteriore opportunità di silenzio, preghiera e meditazione offerta domenica 9 dicembre segnala ancora una volta il rispetto e l’attenzione che la comunità cristiana locale nutre per il bene comune nel territorio del Legnanese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.