Rissa tra cognati, un arresto per tentato omicidio

Un diverbio familiare degenerato si conclude a colpi di coppa di vetro al volto: un 29enne in ospedale, il cognato 43enne arrestato

Ieri pomeriggio si è sfiorata la tragedia a Bollate: un diverbio acceso tra due cognati, nato per motivi familiari, è trasceso dalle parole alle mani e si è risolto solo con l’intervento dei carabinieri.
I militari sono stati chiamati da alcune persone che hanno sentito provenire le urla dall’abitazione di via martiri della libertà di Bollate. Giunti sul posto ed entrati all’interno dell’abitazione segnalata, i militari hanno trovato barricate in una casa completamente in disordine e sporca di sangue tre persone, tra cui la vittima, classe 1983, peruviano, con la testa avvolta dal sangue per le ferite infertegli dal cognato, nato in Ecuador nel 1969, residente a Bollate, che l’aveva ripetutamente colpito al volto con una coppa di vetro.

Il quarantatrenne ha detto di aver difeso la sorella che sarebbe stata aggredita a sua volta la sera precedente dal marito. La vittima è stata condotta da un’autoambulanza all’ospedale di Bollate, mentre l’aggressore è stato portato in caserma per accertamenti e dopo aver avvisato il magistrato di turno, è stato arrestato per tentato omicidio e trasferito a San Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.