Russia dove vai? Incontro al Quadrifoglio con Andrea Riscassi

Appuntamento nella sede di via Lodi a Borsano con il giornalista Rai per una serata dedicata al grande Paese e alla situazione democratica

Dal crollo dell’URSS al trionfo dei nuovo oligarchi al nuovo zarismo di Putin, dalla guerra in Cecenia
all’esecuzione di Anna Politovskaja, dall’amicizia col Cavaliere alla protesta delle Femen alla
condanna delle Pussy Riot. Cosa si agita sotto il cielo del nuovo impero dell’est? Se lo chiedono al Quadrifoglio di via Lodi a Borsano questa sera (martedì  dicembre ore 21) in un incontro con il giornalista Rai Andrea Riscassi, esperto di Russia.
Ecco il suo profilo

CHI E’ -Inviato della Rai di Milano, ha collaborato con Gianni Riotta ed Enrico Deaglio a “Milano, Italia” e con Enzo Biagi a “Il Fatto”. Per “Europa” ha seguito tutte le guerre balcaniche e poi le rivoluzioni democratiche nei paesi ex sovietici. Nel 2007, il suo primo libro, “Bandiera arancione la trionferà” (Melampo editore), sulle rivoluzioni liberali nell’est Europa. Dal 2006 sta cercando di tenere viva la memoria di Anna Politkovskaja, la coraggiosa giornalista uccisa – secondo la giustizia russa – da sconosciuti. Dal suo appello “Un albero per Anna” è nata l’associazione Annaviva, che si occupa
di diritti umani e di democrazia nell’ex spazio sovietico. Per questo suo impegno Andrea Riscassi è stato
insignito della medaglia d’oro della Provincia di Milano, il Premio Riconoscenza 2008. Il 5 maggio 2009 è
uscito il suo secondo libro dedicato proprio alla Politkovskaja: Anna è viva, storia di una giornalista non rieducabile, il titolo. Sonda la casa editrice. Dal 2009 è tutor per la Formazione Tv presso la Scuola di giornalismo Walter Tobagi ; insegna giornalismo televisivo all’Università Statale di Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.