Silvio e Leo Spaventa Filippi in mostra al Castello

Giovedì 13 dicembre alle ore 18, presso i Musei civici del Castello di Masnago, verrà inaugurata la mostra dedicata a Silvio e Leo Spaventa Filippi in programma fino al 3 marzo 2013

Giovedì 13 dicembre alle ore 18, presso i Musei civici del Castello di Masnago, verrà inaugurata la mostra dedicata a Silvio e Leo Spaventa Filippi in programma fino al 3 marzo 2013. 

Silvio (1871 – 1931), notissimo illustratore, originario di Avigliana in Abruzzo, fondò e poi diresse la celeberrima rivista del Corriere dei Piccoli e fu oltre che traduttore e critico, studioso e divulgatore di alcuni celebri autori per ragazzi, come Jonhatan Swift, Charles Dickens o Rudyard Kipling. Nella mostra saranno esposti tavole illustrate, libri e documenti oltre che numeri del “Corrierino” che illustrano la sua opera.
Non meno significativa la carriera del figlio Leo (1912 – 1999), contrassegnata fin dalla prima infanzia dai contatti con il milieu culturale ambrosiano di quegli anni. Tra il 1925 ed il 1930 creò sodalizi artistici con Carlo Bisi, Donato Frisia e Carlo Carrà esponendo alla Biennale di Milano, a quella di Venezia e alla Quadriennale di Roma. Nel 1931 lasciò Milano per trasferirsi a Morazzone, e dal 1951 definitivamente a Varese dove continuerà la propria attività artistica nello storico studio in via Del Cairo. La sua pittura tardo-divisionista è influenzata da Cesare Tallone ed Emilio Gola; le sue nature morte rimandano a Paul Cézanne e i suoi ritratti evocano l’ambiente familiare e quotidiano. Una trentina le opere esposte.

Castello di Masnago, 13 dicembre 2012 – 3 marzo 2013
Da martedì a domenica 9.30-12.30/14.00-18.00. Aperto 8, 26 dicembre, 6 gennaio; 31 dicembre solo al mattino. Ingresso € 4, ridotto € 2; biglietto cumulativo € 5. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.