Storia d’amore e di vita al Teatro di Locarno con “Radice di due”

Giovedì 13 e venerdì 14 dicembre Angelillo e Michele La Ginestra saranno in scena con una commedia che racconta la storia di due caratteri opposti

Una storia d’amore, un procedimento che dura tutta la vita, basato sull’irrazionalità di due caratteri diversi, opposti, che come tali, però, finiscono per attrarsi in ogni occasione dell’esistenza. Potrebbe essere sinteticamente questa, la trama della delicata storia d’amore in scena al Teatro di Locarno le sere di giovedì 13 e venerdì 14 dicembre, magistralmente interpretata da Edy Angelillo e Michele La Ginestra: “Radice di due”. Con una scenografia essenziale, la regia di Enrico Maria Lamanna, mette in atto la storia tenera e frizzante, commovente e briosa di Adriano Bennicelli. Un incontro che dall’infanzia percorre l’esistenza dei due protagonisti fino alla maturità, regalando attimi di divertimento e riflessione, mentre l’amicizia si trasforma via via in amore. Tutto ciò, nonostante la marcata diversità nell’affrontare la realtà, nel vedere la quotidianità, nel vivere ogni attimo di eternità insieme: si spezza ogni volta la routine, ma sempre ci si ritrova abbracciati sull’unica strada da percorrere insieme. È la storia di una coppia di adulti: lui, Tom, alle soglie della pensione che ripercorre in un attimo la vita volata nel tempo tra ricordi, emozioni, giochi condivisi in più di mezzo secolo trascorso con la sua compagna Gerry. Un percorso a due tra alti e bassi, tra prendere e lasciarsi, tra sorrisi, difficoltà ed emozioni. Lui razionale che odia la matematica, lei briosa e giocosa in un mondo che esplora senza tanti limiti, coinvolgendo il suo lui direttamente o indirettamente nelle imprese più bizzarre stemperate nel sentimento e nell’emozione. Allo spettatore lo spettacolo, regala un finale che commuove, che fa trattenere nel diaframma un respiro per frenare quella lacrima che vorrebbe brillare tra le ciglia, ancora con le labbra al sorriso che non vuole spegnersi. A creare i due personaggi vi sono due attori che recitano rifuggendo
dagli stilemi declamatori. Angelillo e La Ginestra si muovono sul palcoscenico come se fossero a casa, con semplicità e abilità nel condividere la storia interpretata in unione con il pubblico. I due attori sono da molti anni presenti sulle ribalte teatrali italiane in importanti produzioni accanto a diverse interpretazioni di fiction per il piccolo schermo. 
Per maggiori informazioni e prenotazioni dei biglietti rivolgersi allo sportello dell’Ente Turistico Lago Maggiore, Largo Zorzi 1, 6600 Locarno (tel 091/759.76.60).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.