Straordinari dei vigili, Usb scrive alla Corte dei Conti

Il sindacato di base aveva contestato la chiamata in servizio degli agenti da parte dell'amministrazione comunale, per vigilare sulle primarie del centrosinistra. Ora la segnalazione alla magistratura contabile

Nuovo capitolo nello scontro tra il sindacato di base Usb (che organizza gli agenti della Polizia Locale) e l’amministrazione di Cardano: la Usb ha fatto segnazione alla Corte dei Conti in merito a «l’obbligo di effettuare lavoro straordinario al personale della Polizia Locale in occasione delle  elezioni primarie del centro sinistra». La questione era già stata sollevata un mese fa dagli agenti della Locale e dal sindacato, che oggi ribadiscono le loro ragioni: «La scrivente Organizzazione Sindacale – si legge nella comunicazione inviata alla Corte dei Conti – ritiene opportuno porre alla vostra attenzione la problematica indicata in oggetto in quanto, nell’Ente Comunale in indirizzo, viene utilizzato il lavoro straordinario a scopi privatistici, senza una vera necessità, facendo così uso del danaro pubblico in maniera distorta ed obbligando i lavoratori, con tanto di disposizione del Sindaco, a garantire il servizio». Se l’accusa del sindacato era di uso «privatistico», l’amministrazione comunale aveva specificato che l’invito a tenere monitorata la situazione era venuto dal Prefetto.

La comunicazione inviata alla Corte dei Conti (e ai revisori dei conti del Comune) specifica anche nel dettaglio che «gli agenti (due) hanno effettuato ore di straordinario festivo». I sindacati contestano appunto che «le “elezioni” sono esclusivamente di una sola parte politica, quindi non istituzionali»: «non si capisce – conclude l’Usb – come si possa obbligare il personale a garantire il servizio per un evento del tutto “privato” sperperando così danaro pubblico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.