Via al concorsone, nove scuole chiuse in Provincia

L'esame è voluto dal Ministro. I posti disponibili in Lombardia sono 1258. Due giorni di stop per nove istituti varesini, sette di Varese uno di Saronno e uno di Sesto Calende

Il giorno del concorsone è arrivato. In provincia di Varese nove scuole saranno chiuse oggi, lunedì 17 dicembre, e domani, martedì 18 per permettere ai candidati di affrontare la pre-selezione. Sette sono gli istituti chiusi a Varese, i licei Frattini, Cairoli, Manzoni e Ferraris, oltre all’Einaudi e al Daverio, uno a Saronno, l’Itc Zappa, e il "Dalla Chiesa" a Sesto Calende.  Nove scuole per ospitare 2358 candidati.

Al posto di lezioni e interrogazioni, per due mattinate ci saranno insegnanti in cerca di contratto che si sfideranno per il test della preselezione.
Sono 320.000, in tutt’Italia, i candidati che sosterranno i 50 quiz in 50 minuti. Il punteggio minimo per superare la preselezione è di 35 su 50: al termine della prova, i candidati visualizzeranno il risultato ottenuto direttamente sul computer su cui avranno svolto la prova. Massima segretezza è imposta per il test: le scuole sono chiuse al pubblico, può entrare solo il personale indicato dal dirigente che controlla e garantisce la correttezza delle procedure. I candidati vengono ricevuti all’ingresso e portati nel laboratorio di informatica dove questa mattina è stato caricato il test sui computer, in contemporanea in tutt’Italia grazie al sistema delle password già testato con successo alle prove dell’esame di Stato. Una volta completato il lavoro, il candidato sa già il risultato. Tutti i docenti in concorso vengono, quindi, accompagnati a un’uscita secondaria mentre il gruppo successivo attende all’ingresso per poter salire. Non devono incontrarsi. Le prove proseguiranno fino alla serata di martedì 18 dicembre.

I posti a disposizione sono 11.542 di cui 1258 in Lombardia, ma serviranno a coprire solo il 50% del fabbisogno reale. Gli altri posti rimarranno a disposizione per chi da anni è inserito nelle graduatorie.
Le assunzioni saranno, comunque, graduali: i primi 7351 otterranno subito la cattedra dal prossimo anno, gli altri 4191 firmeranno nel settembre del 2014.
Il 15 gennaio sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’avviso relativo al calendario delle prove scritte del concorso, a cui potrà accedere solo chi avrà superato il test di preselezione.
In Lombardia, saranno 1.248 i posti messi a concorso così distribuiti: 96 per la scuola dell’infanzia, 571 per la scuola primaria, 47 per l’insegnamento della tecnologia, 41 per matematica e scienze, 30 per discipline economico-aziendali, 20 per discipline giuridiche ed economiche, 8 per discipline meccaniche e tecnologia, 7 per storia dell’arte, 15 per educazione fisica e scienze motorie, 22 per filosofia e storia alle superiori, 32 per matematica e fisica alle superiori, 275 per italiano, storia e geografia nelle scuole primarie e secondarie, 3 per italiano, latino e greco nei licei, 15 per il francese, 30 per la lingua inglese, 36 per laboratorio per l’edilizia ed esercitazioni di topografia.

Molti precari, però, hanno deciso di non tentare nemmeno l’occasione proposta dal Ministero a 13 anni dal precedente concorso: molte cattedre, infatti, offrono sedi lontane e non tutti sono disposti a trasferire famiglia e affetti per la certezza del l’impiego. Meglio continuare con l’annuale rito delle chiamate per le supplenze: il concorsone non fermerà questo appuntamento di fine agosto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.