Vince il concorso di Agesp ma non può lavorare

La consigliera del Pd Erica D'Adda solleva, in un'interrogazione, il caso di una persona che, pur avendo diritto ad un impiego in farmacia, ora si ritrova a casa a causa dello stop alle assunzioni imposto dal Comune

Agesp indice un concorso per l’assunzione di una figura professionale da impiegare presso le farmacie comunali, il concorso ha avuto esito positivo per una persona che decide di accettare il posto di lavoro offertogli e di lasciare quello precedente, ma al momento di assumere l’incarico lavorativo arriva lo stop in seguito al blocco delle assunzioni decise dal socio unico della società partecipata in house, il Comune di Busto Arsizio. 
A denunciare la situazione che si è venuta a creare in Agesp è la consigliera Pd Erica D’Adda che in un’interrogazione a risposta in commissione denuncia il problema riguardante una persona che, convinta di aver trovato un nuovo lavoro, ha lasciato il precedente e ora si ritrova a casa senza sapere se verrà assunta oppure no. Secondo la consigliera democratica il blocco delle assunzioni era stato imposto prima di indire il concorso ma questo è stato comunque espletato con regolare esito. 

Erica D’Adda ha chiesto alla commissione, dunque, di prendere in esame il caso e di convocare i responsabili Agesp per un chiarimento del problema partendo dalla cronologia esatta degli avvenimenti fino all’analisi di una possibile soluzione efficace del problema che si è creato «soprattutto per chi ha partecipato ad un concorso, lo ha vinto e si vede respinta nel momento di assumere il proprio incarico lavorativo». Da parte di Agesp Servizi, da noi contattata per una replica, è arrivato un secco "no comment" sulla vicenda.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.