Volontari e assessori, uno scambio di auguri a Palazzo Estense

Si è svolta questa mattina, lunedì 17 dicembre, alla presenza degli assessori la tradizionale cerimonia di scambio degli auguri con i 115 volontari anziani e i 24 lavoratori socialmente utili che prestano servizio per l’amministrazione comunale. "Il loro lavoro è utile e fondamentale"

«Faccio volontariato da 7 anni . Ho deciso di fare volontariato perché mi piace l’arte e ho la possibilità di stare insieme alle persone, fare nuove conoscenze e stare in mezzo alla gente. Ho 70 anni e spero di continuare ancora per un bel po’». Enry Maria Luisa ha settant’anni ed è una delle 115 volontarie che ogni anno prestano volontariato al comune di Varese. Lei è a Villa Mirabello : «accolgo le persone, le accompagno durante le visite, faccio quello che c’è da fare e mi piace molto». I settori in cui i volontari anziani prestano servizi però sono i diversi: c’è chi aiuta in iniziative di solidarietà nei confronti di altri anziani, apertura e chiusura delle sale comunali e museali, sorveglianza alle scuole, piccola manutenzione delle aree verdi ma non solo. Accanto a loro ci sono anche 24 lavoratori socialmente utili e tutti, sono una grande forza alla quale il comune non sarebbe in grado di rinunciare: «il loro lavoro è utile e fondamentale e permette di svolgere attività che altrimenti non potrebbero essere realizzate» hanno infatti spiegato gli assessori questa mattina, lunedì 17 dicembre, durante la tradizionale cerimonia di auguri.
Gli assessori Enrico Angelini, Maria Ida Piazza, Simone Longhini, Giuseppe Montalbetti, Sergio Ghiringhelli, Stefano Clerici e il segretario generale Filippo Ciminelli infatti, hanno infatti accolto tutti i volontari a Palazzo Estense per lo scambio di auguri in vista delle feste natalizie, ringraziarli dell’attività che svolgono quotidianamente. Un momento significativo che, come confermano gli stessi volontari: «ci rende felici, così come ci rende felici poter dare una mano alla comunità. Inoltre fa bene a noi stessi, ci permette di essere impegnati in qualcosa e conoscere nuove persone». «Faccio volontariato da solo un anno e questo mi riempie la vita e spero di andare avanti tanti altri anni – spiega Caterina -. Ho sempre fatto parte di diverse associazioni e adesso mi piace poter lavorare a Villa Mirabello come volontaria, spero che ci siano sempre più varesini che vengono a vedere i musei della loro città». «Mi trovo benissimo – spiega invece Dino Ferrari di 71 anni -. Lavoro ai musei e mi trovo molto bene. Ho deciso di fare volontariato per passare il tempo, sono in pensione e altrimenti non avrei nulla da fare. Così resto impegnato e conosco molta gente. Sono 5 anni che lo faccio e mi trovo benissimo, in più stare nei musei mi è sempre piaciuto». «Io faccio volontario alla Scuola Morandi e mi trovo molto bene – continua Antonio Quaranta di 71 anni -. Mi piacere dare un aiuto alla città e faccio qualcosa di utile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.