Vuole suicidarsi la notte di Natale, salvato dalla Polizia

Gli agenti del commissariato bustocco sono intervenuti ai 5 Ponti per fermare un uomo che voleva gettarsi da un cavalcavia. L'uomo, ubriaco, ha desistito dal gettarsi e dopo due giorni è andato a ringraziare i suoi "angeli"

Dopo la famiglia intossicata dal monossido di carbonio durante il pranzo del 25 dicembre qualcun’altro a Busto Arsizio non ha passato un buon Natale, anche se poteva finire molto peggio. Un uomo di quarant’anni che voleva suicidarsi, infatti, è stato salvato dai poliziotti del commissariato di Busto Arsizio mentre tentava di lanciarsi da uno dei cavvalcavia dei 5 Ponti. Il fatto è avvenuto la notte di Natale quando era da poco passata l’una e trenta del 25 dicembre. A salvarlo dall’insano gesto una pattuglia che era stata inviata in località “Cinque Ponti”, dove era stata segnalata la presenza di un uomo che manifestava l’intenzione di farla finita.

Arrivati sul posto gli agenti hanno constatato che, in piedi sul parapetto di uno dei ponti, vi era un uomo fortemente agitato, probabilmente anche a causa dell’evidente abuso di alcol. Il suicida minacciava di gettarsi sulla strada sottostante e i poliziotti, unendosi agli operatori del 118 già presenti, hanno intavolato un dialogo con l’individuo,residente a Busto Arsizio, dal quale hanno appreso che i propositi suicidi erano dovuti alla sua difficile situazione familiare ed in particolare dalla rottura di ogni rapporto con i genitori, ai rapporti conflittuali con la ex moglie e con il loro figlio e da ultimo alla rottura, avvenuta la Vigilia, della relazione con la convivente.

Solo dopo lunghi minuti di dialogo, interrotti più volte da accessi d’ira dell’uomo e da gesti inconsulti quali quello di rimanere in bilico sul parapetto con un piede solo, questo è stato convinto dal Sovrintendente a capo della Volante a scendere e a farsi accompagnare in ospedale anche perché, spiegava, “sentiva delle voci nella testa”. Dopo un consulto psichiatrico l’uomo è stato dimesso e, questa mattina (27 dicembre), si è presentato in Commissariato con la convivente ringraziando i poliziotti e spiegando di essersi rappacificato con la donna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.