Yama-Asystel, prima l’Europa e poi il derby

A pochi giorni dalla supersfida del PalaYamamay, Busto e Villa cercano il pass per la seconda fase di Champions League: al PalaBorsani arriva l’ex Abbondanza, biancorosse in trasferta a Istanbul

Una vigilia di derby così non si era mai vista: mancano soltanto poche ore alla supersfida del PalaYamamay, tutto esaurito già da una settimana, ma quasi nessuno ci sta pensando. Il motivo è molto semplice: tanto la Unendo Yamamay quanto l’Asystel MC-Carnaghi sono concentrate sui rispettivi impegni di Champions League, che potrebbero decretare la qualificazione alla seconda fase della massima competizione europea. Villa Cortese, che apre le danze mercoledì sera alle 19.30 al PalaBorsani, ha il compito più difficile: la squadra di Caprara deve conquistare almeno un punto per evitare di mettere a rischio il passaggio del turno nell’ultima trasferta in Polonia, e deve farlo contro il Rabita Baku degli ex Abbondanza e Cruz, per tre anni in biancoblu. Anche a Busto Arsizio in teoria serve ancora un punto, ma le possibilità di essere raggiunte in classifica sono minime: la trasferta a Istanbul di giovedì alle 19.30, sul campo del Galatasaray di Barbolini, può essere piuttosto l’occasione per tentare l’assalto al primo posto. Entrambe le partite saranno trasmesse in diretta da Sportitalia 2.

QUI BUSTO – L’appetito vien mangiando in casa Unendo Yamamay: una volta ripreso il primo posto in campionato, perché non puntare anche a quello nel girone C di Champions League? Missione possibile quella della squadra di Parisi, che potrebbe anche arrivare all’impegno di giovedì con la qualificazione già in tasca (se Mulhouse non centrasse i tre punti a Bucarest); quel che è certo è che il Galatasaray non è imbattibile, come dimostrano i punti lasciati per strada contro la Dinamo e la sofferta vittoria della settimana successiva a Bucarest. È ovvio che non bisogna fare neppure l’errore contrario, quello di sottovalutare la formazione di Barbolini, reduce da due vittorie sul Fenerbahce – cosa che non capita proprio tutti i giorni – e forte, rispetto alla gara di andata, di un libero di altissimo livello come la giapponese Yuko Sano. I pericoli del catino del Burkan Felek, poi, li conosce bene il clan di Busto Arsizio, che ricorda perfettamente la finale di andata di Coppa CEV dello scorso anno. Dunque, Yama guardinga ma anche molto più sicura dei suoi mezzi dopo i progressi mostrati contro Piacenza e Chieri: “Si vedono i risultati del lavoro svolto in palestra” ha detto una Maggi Kozuch soddisfatta e fin troppo moderata, considerata la trasformazione a cui è andata incontro nelle ultime settimane. I problemi, evidentemente, non erano tutti e soltanto suoi. Ora l’imperativo, anche e soprattutto in vista della trasferta di Istanbul, è recuperare Francesca Marcon, lontana dalle sue migliori prestazioni in attacco e a tratti anche in ricezione.

Galatasaray Daikin Istanbul-Unendo Yamamay Busto Arsizio
Galatasaray: 1 Aydinogullari, 2 Barut, 3 Ilyasoglu, 4 Alici, 5 Sano (L), 7 Molnar, 8 Konar, 10 Esepasa (L), 11 Alikaya, 12 Calderon, 13 Ozsoy, 14 Lo Bianco, 16 Yurtdagulen, 17 Gioli, 18 Arslan. All. Barbolini.
Busto A.: 1 Faucette, 3 Lloyd, 4 Brinker, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Arbitri: Zakharova (Russia) e Melnyk (Ucraina).
Girone C: Dinamo Romprest Bucarest-ASPTT Mulhouse mer 5/12 ore 19; Galatasaray-Busto gio 6/12 ore 20.30. Classifica: Galatasaray 10; Busto 9; Mulhouse 3; Dinamo 2. Prossimo turno: Mulhouse-Galatasaray mar 11/12 ore 19; Busto-Dinamo mar 11/12 ore 20.30.

QUI VILLA – A quasi otto mesi dall’amara sconfitta in gara 5 di finale scudetto, Marcello Abbondanza e Aury Cruz (nella foto insieme a Berg) tornano in quella che è stata per tre anni la loro casa, ma questa volta da avversari: il Rabita Baku, guidato dall’allenatore di Cesenatico, è sbarcato a Malpensa già lunedì e ha preso alloggio al Palace Hotel di Legnano, proprio di fronte al PalaBorsani. Un po’ di saudade? Certamente sì: la schiacciatrice portoricana ha già confessato ai suoi follower su Twitter che vorrebbe approfittare della trasferta italiana per “disertare”, come alcuni giocatori cubani del passato (uno di loro, Javier Gonzalez, lo fece davvero a Vimercate, nel 2005)… Battute a parte, la squadra azera non è da queste parti in gita e punta a vincere per la quinta volta in cinque partite, per assicurarsi il primo posto nel girone e dimenticare la sconfitta subita in campionato – la prima in due anni – contro l’Azerrail. Se poi il Rabita, come sembra, dovesse organizzare la final four e quindi saltare i due successivi turni di Champions, tanto meglio. Rispetto all’andata, le ospiti potranno giovarsi del ritorno di Cruz (miglior marcatrice di sempre con la maglia di Villa Cortese) e utilizzare il nuovo libero, la forte nazionale dominicana Brenda Castillo; non ci sarà invece la seconda alzatrice Zhukova. Caprara ha sottolineato più volte come questa sia “una partita importantissima in cui lottare su ogni pallone”: probabile che venga confermato l’assetto che ha ben figurato nell’ultima gara di campionato, con Viganò libero e Klineman nelle vesti di terminale offensivo. La sfida è impegnativa, ma la gara d’andata – terminata per 3-1 con tanti rimpianti da parte dell’Asystel MC-Carnaghi – dimostra che il Rabita non è inavvicinabile per questo Villa.

Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese-Rabita Baku
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò (L), 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 7 Folie, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon. All. Caprara.
Rabita: 1 Rabadzhieva, 2 Grun, 3 Skorupa, 4 Krsmanovic, 5 Montano, 8 Cruz, 9 Castillo (L), 10 Fomina, 11 Zakreuskaya, 12 Golubovic, 15 Starovic, 16 Akinradewo, 18 Cebic. All. Abbondanza.
Arbitri: Yener (Turchia) e Rodriguez Jativa (Spagna).
Girone B: Agel Prostejov-Atom Trefl Sopot mer 5/12 ore 18; Villa-Rabita mer 5/12 ore 19.30. Classifica: Rabita 12; Villa 9; Sopot 3; Prostejov 0. Prossimo turno: Rabita-Prostejov mar 11/12 ore 17; Sopot-Villa mar 11/12 ore 20.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.