A Milano la manifestazione per una nuova mobilità

Si terrà sabato 4 maggio per le strade milanesi ed è organizzata da oltre 150 organizzazioni tra associazioni e comitati

Mancano solo due giorni alla manifestazione organizzata dalla Rete per la Mobilità Nuova che sabato 4 maggio colorerà le strade di Milano per accendere i riflettori su un nuovo modo di concepire la mobilità, che metta finalmente al centro i bisogni delle persone e non la circolazione delle automobili. Tutto è pronto per il grande corteo a cui hanno dato la propria adesione oltre 150 organizzazioni tra associazioni e comitati. Da questa mattina è stato ufficializzato anche il percorso in cui si snoderà la “massa critica” dei partecipanti che sfileranno rigorosamente a piedi, ma con bici, monopattini, skate, e qualsiasi altro mezzo di trasporto sostenibile al seguito.

Gli organizzatori oggi hanno confermato il luogo di ritrovo dal quale partirà il corteo: alle 14.30 in piazza Duca d’Aosta, di fronte alla Stazione Centrale di Milano. Da lì si partirà alla volta del centro città percorrendo via Vittor Pisani e i Bastioni di Porta Venezia: all’ultima ora, per disposizioni della Questura, si è dovuto infatti rinunciare a sfilare in corso Buenos Aires. La mobilità nuova non passerà dunque, per ora, dal principale boulevard commerciale milanese: lì resterà la mobilità vecchia, fatta di traffico congestionato, smog, auto ferme in doppia fila, pedoni e ciclisti in pericolo costante.

“Un corteo di pacifici e festosi manifestanti, a piedi e in bicicletta, non potrà transitare in una strada larghissima perennemente intasata di automobili – dichiara Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia – corso Buenos Aires, il boulevard commerciale più inquinato d’Europa, per ragioni di sicurezza è vietato a migliaia di pedoni, ma non alle auto. E allora ci rivolgiamo a Pisapia, affinchè faccia qualcosa di utile e duraturo nella città di Expo, corso Buenos Aires pedonalizzato subito e per sempre. Ci pare il minimo che si possa chiedere per mettere in campo una effettiva volontà di cambiamento nel governo della mobilità urbana”.

Motivo in più dunque per essere in tanti sabato e chiedere tutti insieme una mobilità in cui non ci siano più “corsi Buenos Aires” per cui protestare: una Mobilità Nuova finalmente per il nostro Paese. Tra le novità dell’ultima ora c’è l’accordo siglato fra Trenitalia e la Rete per la Mobilità Nuova che sabato 4 maggio consentirà alle persone dirette alla manifestazione di usufruire di uno sconto del 40% sul biglietto per Milano. Per chi volesse usare il bikesharing, invece, BikeMi fornirà abbonamenti gratis. Per maggiori informazioni http://www.mobilitanuova.it/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.