Ai Molini Marzoli Andràs Csàki

Terzo e ultimo appuntamento per il Festival chitarristico internazionale bustese organizzato dai Mandolinisti Bustesi

Venerdì 31 maggio alle ore 21 nella sala Tramogge dei Molini Marzoli si terrà il terzo e ultimo appuntamento del XXIX Festival Chitarristico Internazionale Bustese, organizzato dai Mandolinisti Bustesi, con la collaborazione del maestro Pieralberto Pizzolotto, nell’ambito degli “Incontri Chitarristici e Mandolinistici Bustesi” In scena il chitarrista ungherese András Csáki.

András Csáki è nato a Budapest nel 1981 ed ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 11 anni e si è diplomato con lode nel 2007 al Listz Ferenc Academy of Musica di Budapest. Nel 2009 ha vinto in Ungheria il prestigioso titolo “Junior prima Prize”.  Ha avuto come insegnanti i migliori chitarristi ungheresi del calibro di Jozsef Eotvos, Ede Roth e Sandor Szilvagji. Ha inoltre suonato con Odair Assad, Manuel Barrueco, Leo Brouwer, Abel Carlevaro, Paul O’ Dette, Angel e Pepe Romero e David Russell. Dal 1999 la sua carriera internazionale lo ha portato ad esibirsi in Austria, Bosnia e Herzegovina, Canada, Cile, Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Polonia, Germania, Giappone, Norvegia, Romania, Serbia e Montenegro, Slovacchia, Spagna, Venezuela e Stati Uniti. Contemporaneamente ha preso parte a diversi concorsi vincendo 24 premi solo nel 2011.
Tra gli altri ha conseguito il primo premio nel prestigioso 51° Concorso Internazionale di Tokio e nel 42° Concorso Michele Pittaluga di Alessandria. Oltre alla sua attività concertistica Csáki è insegnante nella Bela Bartok Conservatory of Music e nella Listz Ferenc Academy di Budapest.
Ha tenuto la sua prima masterclass a Dallas nel 2005 e da allora gli viene richiesto di tenerne molte altre in tutto il mondo.

Il programma proposto è di impronta classica e di sicuro impatto virtuosistico e presenta autori come Bach, Dowland, Telemann, Giuliani, Rozsa,Castelnuovo-Tedesco che daranno modo di apprezzare tutte le qualità di uno dei chitarristi più attivi della sua generazione.

Ingresso libero e gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.