Ai Pavoni il “Manuale per genitori persi nella rete”

Incontro alla scuola media mercoledì sera, 29 maggio, con l’autore Giuseppe Pelosi e un tema di stretta attualità: giovani, social network e genitori

“Aiuto! Ho un cyber figlio – Manuale per genitori persi nella rete”. È il titolo del libro di Giuseppe Pelosi (edizioni Ancora) che l’autore presenterà mercoledì sera, 29 maggio, alle 20.45 alla Scuola media Paolo VI di Tradate, più conosciuta come Istituto Pavoni, in via Sopranzi 26.

Un tema di stretta attualità quello tra i social network, i giovani e i loro genitori, che viene affrontato dall’autore in questo incontro. «Un vero e proprio “manuale di sopravvivenza” per genitori alle prese con figli “persi nella Rete”, con esiti a volte drammatici dal punto di vista educativo, scolastico e persino economico – si legge nel comunicato stampa che accompagna la presentazione del libro -. I genitori, nati nella tarda età della stampa, si trovano sempre più spesso spiazzati di fronte all’uso disinvolto, talora spericolato, che i nostri figli fanno di internet e dintorni. E questo ci preoccupa. Ma dare la colpa a internet è come dare la colpa al bosco nella favola di Cappuccetto Rosso. Il nemico è il lupo, non il bosco. Ci sono rischi, ma colpiscono solo chi non se ne rende conto».

Giuseppe Pelosi nasce nel 1965, si laurea in Filosofia con una tesi in Drammaturgia teorica e per alcuni anni lavora come attore, tenendo anche laboratori per le scuole. Alla professione teatrale affianca quella di insegnante di Italiano e Storia in un istituto secondario di secondo grado, dove inizia a dedicarsi alle nuove tecnologie applicate alla didattica. Su queste tematiche ha iniziato una collaborazione con la cattedra di Didattica generale dell’Università Cattolica di Milano. Ha scritto numerosi testi teatrali; con Àncora ha pubblicato Kuore, la scuola ai tempi del’liPhone (2011).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.