Ancora atti vandalici all’Inps di Tradate

Dopo l’aggressione al direttore della sede cittadina avvenuta il mese scorso, ignoti hanno rotto i vetri delle porte e delle finestre dell’ingresso sul retro dell’edificio

Ancora presa di mira l’Inps di Tradate. Questa volta nella giornata di giovedì alcuni ignoti hanno preso a picconate i vetri delle porte e delle finestre poste sul retro della sede di via Rosmini. Praticamente in frantumi, forse a causa di martellate, i vetri di due finestre. Quelli invece di una porta finestra sono stati solo bucati, creando un foro che però non si è allargato.
Non c’è pace quindi per la sede cittadina dell’Istituto Nazionale di Previdenza sociale. Già nel mese di marzo qualcuno aveva preso di mira il vetro della porta principale della sede. Poi, all’inizio di maggio, un uomo che reclamava la pensione si è letteralmente scagliando contro il direttore dell’istituto, prendendolo a pugni e calci. Ora questo nuovo fatto che fa lavorare in un clima di crescente tensione tutti i dipendenti. Dall’Inps gli stessi lavoratori non vogliono rilasciare nessuna dichiarazione, mentre dalla sede principale varesina non è per ora giunto alcun commento.

Galleria fotografica

Atti vandalici contro l'Inps di Tradate 4 di 7
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Atti vandalici contro l'Inps di Tradate 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.