Arbore: “Abbiamo espugnato Varese”

Una serata indimenticabile al Teatro Apollonio. Lo showman e l'Orchestra italiana hanno riproposto il meglio della tradizione canora napoletana accompagnati dal coro del pubblico varesino

«Stasera dobbiamo espugnar Varese e ce la faremo». Renzo Arbore sa che venire nel profondo nord, cuore della padania leghista, a cantare in napoletano e per di più con un’orchestra che si chiama «italiana» è già di per sè un’impresa epica. Il risultato del suo primo concerto varesino al Teatro Apollonio è stata una serata leggera e indimenticabile grazie a un artista che continua a sorprendere per la capacità di riproporre il meglio della canzone napoletana, dal ‘600 fino a oggi, mescolando tarantelle e serenate, come se fosse la cosa più normale del mondo, ai ritmi latini, africani e giamaicani.
Ascoltare un concerto di Renzo Arbore è come fare un viaggio nella storia della musica, non solo italiana. Sul grande video sistemato sul palco scorrono le immagini delle sue collaborazioni con artitsti  internazionali. Pezzi da novanta come Tony Bennet, Solomon Burke, Michael Bublè e Andrea Bocelli anche se la sua esistenza musicale è stata segnata soprattutto da due autori partenopei, Roberto Murolo e Renato Carosone.
Arbore, si sa, è un eclettico e così nella scaletta della serata, accanto ai due monumenti della canzone napoletana, ha infilato pezzi di Natalino Otto, Domenico Modugno, Sergio Bruni, Antonio De Curtis (Totò) e un’inaspettata incursione nella colonna sonora del film “Un uomo da Marciapiede” di John Schlesinger, con una splendida esecuzione di Everybody’s Talkin.
A “Reginella”, “’O Sarracino”, “Core ‘ngrato”, “Come facette mammeta”, “Voce e notte”, “Dicitencello vuje”, “Aummo aummo”, “Ciao ciao bambina”, "Malafemmena", "Luna rossa" (acclamato bis), sono seguite le composizioni legate alle sue fortunate trasmissioni televisive da “Quelli della Notte” a “Indietro tutta”, accompagnate dal «coro del pubblico di Varese» (quasi mille i biglietti venduti).
Una menzione speciale va all’Orchestra italiana, composta da quattordici maestri strepitosi che da 22 anni accompagnano Arbore in giro per il mondo garantendo una qualità musicale e soprattutto una creatività degne del nome che portano.

Galleria fotografica

Arbore a Varese 4 di 17
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Arbore a Varese 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.