Botte al figlio per una nota, padre condannato

La denuncia della madre nel 2011 dopo l'ennesima corsa in pronto soccorso. Oggi è arrivata la condanna per maltrattamenti e violenza su minore

Le botte al figlio perchè non si comportava bene a scuola sono costate un anno di carcere ad un padre di Castellanza che è stato condannato questa mattina, martedì, dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Busto Arsizio. L’uomo usava picchiare il figlio dodicenne con una violenza tale da mandarlo, in almeno due occasioni, al pronto soccorso per farsi medicare. Dopo l’ennesima corsa in ospedale è arrivata, nel 2011, la denuncia della madre che ha svelato i metodi violenti del marito nei confronti del loro figlio. Soddisfatta, dunque, la richiesta dell’accusa rappresentata dal sostituto procuratore Mirko Monti il quale aveva chiamato a testimoniare anche il fratello dell’uomo, la nonna e altri parenti che hanno sostanzialmente confermato il quadro accusatorio. Ad ogni nota che il ragazzo portava a casa il copione si ripeteva: calci e pugni al ragazzino che subiva l’ira irrefrenabile del genitore violento. Alla fine è arrivata la condanna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.