Chiusura Dia, sindacato: 2Pessimo segnale”

La nota del segretario generale del Silp Cgil, Daniele Tissone

Riceviamo e pubblichiamo

 "Nonostante le proteste del nostro sindacato lunedì 13 maggio è prevista la chiusura del nucleo informativo della Dia di Milano Malpensa. Questo è un pessimo messaggio, un segnale decisamente negativo nella lotta contro la criminalità organizzata". E’ quanto afferma il segretario generale del Silp Cgil, Daniele Tissone.
Secondo il dirigente sindacale "si prosegue con la politica di tagli che minano il dinamismo investigativo e che danno la misura dell’attenzione ai temi della sicurezza. La decisione di chiudere definitivamente un simile presidio non ci lascia altra alternativa che quella di organizzare per il prossimo venerdì un sit-in davanti agli uffici Centrali della Dia che hanno emesso tale provvedimento, al fine – prosegue il numero uno del sindacato di Polizia – di sensibilizzare l’opinione pubblica in relazione ad un atto da noi ritenuto grave e incomprensibile in un territorio che avrebbe bisogno di ben altro".
La Lombardia, infatti, prosegue Tissone, "é tra le regioni con il più alto numero di beni sequestrati e confiscati, operati da forze dell’ordine e magistratura nonostante gli ingenti tagli di questi anni. Ancora una volta si sceglie un intervento dannoso con la chiusura di un presidio deputato alla lotta contro la criminalità organizzata, giustificandolo con asserite economie di bilancio che, a nostro parere, non ne motivano assolutamente la chiusura soprattutto alla luce degli imminenti impegni connessi all’Expo 2015 che determineranno, presso lo scalo in questione, un aumento notevole di passeggeri e di merci. Per questo abbiamo indetto per la prossima settimana una mobilitazione per ribadire la nostra contrarietà", conclude Tissone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.