“Ci sono spacciatori notturni in ogni angolo della città”

L’allarme del portavoce del gruppo Fratelli d’Italia, Luciano Silighini Garagnani, che ha effettuato un pattugliamento nelle ore serali nelle vie del centro

«Ho guidato un gruppetto di cittadini che con me ha passeggiato per le zone centrali di Saronno cercando di segnalare alle forze dell’ordine possibili episodi di microcriminalità». Luciano Silighini Garagnani del gruppo saronnese Fratelli d’Italia torna a parlare di sicurezza e lo fa dopo un pattugliamento del centro cittadino avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. «Il colpo d’occhio della stazione sembra tranquillo alle 22 appena si esce ma bastano pochi metri in direzione della fermata dei pullman che un ragazzo, probabilmente tunisino, si avvicina e ci propone l’acquisto di marjuana – racconta Silighini -. Attraversiamo la strada oltrepassando il cavalcavia del sottopasso e da entrambi i lati davanti all’Aci un gruppo di 7/8 nordafricani si avvicina e ci propone marjuana, cocaina e perfino eroina. Appena ci vedono usare il cellulare ci scambiano per forze dell’ordine e si dileguano».

 

Secondo Silighini, nel mirino ci sono altre situazioni: «Stessa scena in Via Genova, una traversa della centralissima Corso Italia dove 3 minorenni probabilmente marocchini stavano vendendo sostanze ad un ragazzo. Ci vedono e fuggono, stesso discorso in via san Giuseppe dove 4 nordafricani ubriachi spaccavano bottiglie e vendevano “fumo”. La presenza di cittadini in gruppo da fastidio e tende a far diluire certi fenomeni, il problema è che purtroppo chiamando il 112 per 17 minuti totali non ha risposto nessuno; questo succede da quando è stato attivato un centralino unico per mistare le chiamate. Sarebbe opportuno tornare all’antica quando rispondeva la centrale più vicina».

 

Fratelli d’Italia vuole quindi riproporre il tour e attacca il sindaco Luciano Porro: «Il giro di oggi è stato il primo, nostra intenzione è organizzarci e farlo tutte le sere su turni precisi, una passeggiata di cittadini armati di telefonino, senza divise, senza sogni di gloria ma solo con l’amore per la nostra città ed il senso doveroso di difenderla da chi la vuole schiava della delinquenza e della non curanza. Spero che il Sindaco Porro ascolti i miei suggerimenti circa l’uso di telecamere in zone dove necessitano controlli maggiori e sia potenziato il controllo di polizia. Oggi pomeriggio ho nuovamente chiamato i carabinieri in villa Gianetti perché 3 uomini di cittadinanza rumena infastidivano alcune minorenni lanciando loro epipeti offensivi e avance nella propria lingua. Serve ordine e pulizia in città e questa maggioranza non è in grado di darla»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.