Conforama, fatto l’accordo, partita la mobilità

L'ultimo atto per il grande magazzino si è consumato a Milano, all'agenzia regionale, con un accordo che Filcams Cgil ha deciso di non sottoscrivere

L’ultimo atto per la Conforama di Vergiate si è consumato a Milano, all’agenzia regionale, con un accordo che Filcams Cgil ha deciso di non sottoscrivere: «Non abbiamo sottoscritto al’accordo perchè l’azienda si è comportata in maniera antisindacale, non consentendo di confrontarsi coi lavoratori  – ha spiegato il segretario di Filcams Giuseppe Pizzo – Ieri comunque ci siamo presentati in Regione, ma quell’accordo non poteva essere sottoscritto da noi né nel merito ne nel metodo».

L’accordo siglato in regione tra azienda e sindacati del commercio Cisl e Uil «Prevede l’assenza di una cassa integrazione straordinaria, malgrado la decisione di cambiare sede – denuncia Pizzo – Il che significa che già stamattina sono partite le lettere per la mobilità,  e chi non se la sentirà di trasferirsi non avrà nemmeno il "cuscinetto" della cassa integrazione». I dipendenti coinvolti nella procedura di mobilità avviata lo scorso 18 marzo dall’azienda sono 55.


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.