Consiglio Comunale, rimangono fuori i consiglieri “ribelli”

Grandi ritorni e tante novità nella nuova assise municipale. Rimangono fuori le liste di Pellegrini e Muraro, tra i consiglieri “ribelli” che provocarono la caduta della giunta Brianza

Grandi ritorni e tante novità nel consiglio comunale di Venegono Superiore. Il gruppo che ha vinto le elezioni, Lega Nord e Popolo delle libertà, con la nuova legge elettorale, conquista sette seggi, mentre alla minoranza ne rimangono solo tre, di fatto assegnati a tre candidati sindaci. Ecco come è composto il nuovo consiglio comunale che vede come sindaco Ambrogio Crespi.

In maggioranza la lista Lega Nord – Popolo delle Libertà che ha eletto i consiglieri Gianluigi Lorenzin (già consigliere nella passata legislatura che non si dimise a febbraio, ma che faceva parte di un gruppo di minoranza), Maria Luisa Limido, Cristina Perillo, Marta Bulgheroni, Onofrio Pirrone (unico del Pdl che a febbraio non presentò le dimissioni), Michele Cremona, Franco Bonacci. 

Nella minoranza tre consiglieriMariolina Ciantia (Partito Democratico – Proposta Civica), Bruno Zoccola (Lista Civica per Venegono), uno Roberto Restelli (Bene in comune).

Rimangono fuori dal consiglio i rappresentanti delle liste di Impegno per Venegono di Fabio Muraro e Vengono Sociale di Riccardo Pellegrini, entrambe fondate dai consiglieri comunali dissidenti che avevano presentato le dimissioni a inizio anno. Non eletti quindi anche tutti gli altri consiglieri dimissionari a febbraio che erano presenti nella varie liste: Lanzo, Girola, Bombelli, Carino.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.