È Banks il bomber dei quarti di finale

I numeri del primo turno di playoff: Adrian segna 14,6 punti di media mentre Sakota colleziona percentuali mostruose

Mentre le altre sei squadre impegnate nei quarti di finale sono andate fino agli spareggi di Gara 7, la Cimberio ha liquidato i rivali dell’Umana Venezia in cinque partite con un perentorio 4-1, frutto di tre vittorie su tre a Masnago e dell’1-1 maturato a Mestre. In attesa di scoprire chi sarà l’avversaria della squadra di Vitucci (Milano e Siena si giocheranno tutto al Forum mercoledì sera), vediamo dal punto di vista statistico cosa hanno detto i match contro la Reyer.

BUM BUM BANKS - Il miglior marcatore di Varese nel primo turno è stato Adrian Banks (nella foto con Green), autore di 73 punti che gli valgono una media di 14,6 ad allacciata di scarpe che conferma quanto fatto in stagione regolare (14,4). Alle spalle della guardia la grande sorpresa è Dusan Sakota, decisivo nelle partite numero 2 e 5 e passato dai 7,5 punti del campionato ai 13,2 dei playoff. Le performance di Banks e Sakota affondano le proprie radici soprattutto nella precisione al tiro da tre punti: l’americano ha "sganciato" dall’arco con il 55,6% migliorando quello che era stato un suo tallone d’Achille (pur tirando poco (5/9); il lungo invece vanta un clamoroso 13/25 che gli vale il 52%. Anche Mike Green ha leggermente alzato le medie realizzative, frutto soprattutto dell’eccellente match d’esordio contro l’Umana, mentre Dunston e soprattutto Ere hanno calato il loro apporto sotto questo profilo. Una spiegazione però c’è: il capitano è stato impegnato in un duello molto dispendioso contro Diawara, giocatore più pesante e potente che ha costretto il nigeriano a consumare parecchie energie in fase difensiva. Dunston invece è stato oggetto di attenzioni particolari da parte della difesa veneta che, non potendo competere con lui in atletismo, ha messo chili (Marconato, Szewczyk) e centimetri (Magro, Hubalek) in area per limitarlo. Il pivot del Queens ha comunque collezionato una media di 13 punti e 6,6 rimbalzi oltre alla bellezza di 11 schiacciate, dato che sottolinea il suo strapotere fisico.

L’IMPATTO DI MIKE - Fino a qui abbiamo solo accennato alle prove di Mike Green, mostruoso all’esordio e meno incisivo nelle altre gare pur mantenendo alti ritmi in fase di costruzione del gioco. La riprova la si ha alla voce assist: il play americano viaggia a livelli "stocktoniani" con 7 di media (2,2 sono quelli di Andrea De Nicolao) conditi da 2,4 recuperi e ben 4 rimbalzi che per un regista valgono… il doppio. E sotto il profilo della valutazione Green si è tolto lo sfizio di fare meglio del proprio pivot (migliore in assoluto in Serie A nella prima fase): 18,8 contro 18,6. A proposito di rimbalzi, riecco spuntare Dunston che seppur non sia stato una piovra in senso assoluto (in campionato viaggiava a 7,7 di media) ha comunque terminato la serie con 6,6 palloni arpionati a sera. Qui però fa capolino anche Dejan Ivanov, impiegato in due sole partite ma capace di 13 carambole (6,5 di media).

LA SQUADRA – Andando invece a valutare le statistiche complessive, scopriamo che la Cimberio ha replicato quanto fatto in campionato nel tiro da due punti con il 52,3%. Anche qui Sakota fa paura (76,9%) ma anche Polonara mostra valori eccellenti (70,6%). Da tre punti, il dato complessivo è in crescita di un punto rispetto alle prime trenta gare (38% contro 37) e anche in questo caso "PolonAir" si piazza dietro l’accoppiata Sakota-Banks con un validissimo 40% frutto soprattutto di quanto fatto in gara3. Male invece Rush (22,2%) e soprattutto De Nicolao, un po’ altalenante nei quarti di finale, che ha chiuso con il 16,7% dall’arco (1/6). Anche dalla lunetta infine la Cimberio ha pressoché eguagliato il dato della regular season con 75/103; pure qui Sakota svetta (7/8, 87,5%) ma a fare rumore sono i numeri di Green che ha tirato ben 30 "personali" e di Dunston che ha segnato con il 76,5%. Oro per un pivot non tiratore come lui.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.