Easy jet aderisce a passbook, il biglietto diventa definitivamente on line

E' una delle prime compagnie europee a usare il "gestore elettronico di biglietti" di IPhone. Un metodo che punta a dismettere i banchi check in

Chi ha fatto l’aggiornamento dell’Iphone al recente sistema IOS6 si è ritrovato questa nuova app in automatico nello schermo del telefono, ma in Italia è ancora un "oggetto sconosciuto": Passbook è però un’applicazione utilissima – E negli Stati Uniti, grazie al gran numero di adesioni da parte delle aziende interessate è già molto usata –  perchè consente di archiviare e utilizzare al momento opportuno ticket, coupon, biglietti del cinema, carte d’imbarco e altro di società che hanno fornito la loro adesione.

In Italia ed Europa, le aziende che finora hanno aderito sono pochissime, ma adesso "dà il via"al gruppo una di grande peso: Easyjet. La notizia è arrivata a pochi giorni dall’annuncio da parte della compagnia aerea di essere intenzionata a dismettere quanto prima i suoi banchi di check-in all’interno degli aeroporti, passando quindi totalmente alle procedure online: quella che era prima una facoltà, stampare (o scaricare) la carta di imbarco prima di partire da casa, diventerà presto obbligatorio.

Con la nuova versione dell’applicazione mobile di easyJet, i viaggiatori potranno fare il check-in e scaricare il biglietto direttamente su Passbook, mostrandolo poi direttamente con l’IPhone nelle varie fasi che compongono l’imbarco. La nuova app permette di fare il check in dal telefono fino a due ore prima del volo, e per ora gestisce una sola prenotazione: ma dopo le prime prove permetterà – come già specificato da Easyjet – di gestirne più d’una, e di imbarcare perciò con un solo cellulare tutta la famiglia. Con la nuova app e il legame con passbook non c’è bisogno inoltre di una connessione di rete o ad internet nel momento in cui si deve accedere: le carte d’imbarco, una volta scaricate, sono infatti archiviate offline. 

Per ora, il check-in mobile con carta d’imbarco elettronica è supportato in sei aeroporti, nessuno dei quali italiano, in giro per l’Europa: Amsterdam, Edimburgo, Manchester, Nizza, Southend e Stansted (Londra).  Se la fase di prova avrà successo, easyJet ha però già annunciato di voler lavorare con gli altri aeroporti per portare il supporto a Passbook e al check-in mobile anche nelle altre città europee dove la compagnia opera: considerato che Malpensa è al momento l’aeroporto di riferimento per la compagnia nell’area continentale, è molto probabile che presto arrivi anche qui.

L’adesione a passbook per IOS6 non escluderà però gli smartphone che non sono IPhone: su Google play PassWallet consente agli smartphone android di leggere i file per passbook, e quindi anche le carte di imbarco di Easyjet. Un app che, tra l’altro, legge anche gli Nfc, cioè i chip che permettono i pagamenti via telefonica. 



di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.