Elio, Finardi, Niccolò Fabi: il festival culturale di Vittorio Cosma

Il produttore e musicista varesino, dopo il concertone del primo maggio a Roma, torna nella sua città e presenta un festival che dal 14 al 16 giugno porterà big della musica ma anche incontri

Vittorio Cosma“Microcosmi”. Si chiama così il festival culturale che tra il 14 e il 16 giugno arriverà a Varese per volontà di Vittorio Cosma. Il musicista e produttore, dopo il concerto del primo maggio dove ha diretto la super orchestra rock infatti, torna nella sua Comerio per proporre tre giorni di vera musica, di incontri, di iniziative.
Un evento che nasce anche grazie alla collaborazione e all’amicizia che lega Cosma al sindaco Silvio Aimetti e che promette di portare in provincia dei grandi nomi ma sopratutto una rete di collaborazioni sul territorio.

Partiamo dai big: di certo arriverà in provincia Elio di Elio e le storie tese,musicista con il quale Cosma ha collaborato anche per l’ultimo festival di Sanremo. A Villa Tatti, questo il luogo dei concerti, arriverà anche Niccolò Fabi, Eugenio Finardi, i Selton e Tao. A tutto questo si aggiungeranno nomi della scena jazz locale e gruppi di musicisti indipendenti ma anche incontri di letteratura e cinema.

“Ho pensato a un festival che parta dal territorio e che arrivi a tutti. Un festival che parte dal locale ma porti con se pezzi del mondo. L’idea è quella di portare i grandi nomi ma sopratutto di portare e collaborando con le realtà virtuose della provincia. Per questo ho invitato i Cortisonici, il Twiggy Caffè, SomsArt ma anche tante altre realtà. Ci sarà la musica ma anche il cinema, la letteratura, la fotografia e la danza”.
Il festival si svolgerà a Villa Talacchini, al Belvedere ma anche alle Grotte del Remeron (dove ci sarà sopratutto il jazz) ma il programma non è ancora del tutto definito e luoghi, orari e altri ospiti sono ancora una sorpresa. A proposito di letteratura invece, è già stata confermata la presenza di Aldo Nove, scrittore e poeta. Per quanto riguarda Elio invece (uno degli appuntamenti più attesi) non si porterà dietro la band ma terrà un incontro con Vittorio Cosma e Matteo Bordone dove racconterà di libri e poesia e “forse suoneremo qualcosa insieme” spiega il musicista varesino. “Vorrei che le piazze diventassero microcosmi dove l’arte diventa meccanismo di integrazione, un laboratorio aperto a tutti, dove tutti possono partecipare”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.