Expo ha un “super-capo”, la sfida ora è il rispetto dei tempi

Riunione a Milano fra Letta, Maroni, Pisapia e i ministri coinvolti nella realizzazione dell'appuntamento del 2015. Giuseppe Sala nominato Commissario Unico. Letta: «Serve follia visionaria»

Da oggi Expo ha un Commissario Unico: si tratta di Giuseppe Sala, già amministratore delegato Expo 2015 SpA. La nomina è avvenuta nella mattina di lunedì 6 maggio con la firma del decreto da parte del presidente del Consiglio Enrico Letta. Con lui il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e ministri e sottosegretari coinvolti nella realizzazione dell’evento.
Con questa nomina non ci saranno più due commissari – si trattava di Roberto Formigoni e Giuliano Pisapia – ma solo una persona che sarà a capo con "pieni poteri".
Non sfugge a nessuno dei presenti l’urgenza che abbiamo davanti: a Expo 2015 mancano meno di due anni e sono ancora molti i nodi da sciogliere. «Per Expo serve un po’ di follia visionaria: i sogni a volte devono vivere al di là della politica arida dei numeri. Il successo – dichiara Letta – è la cartina tornasole per giudicare la riuscita di questo governo. Avere una scadenza da rispettare senza poter sforare, per noi italiani, è una fortuna».
Soddifazione è stata espressa anche da Maroni e Pisapia. «Oggi si passa dai proclami ai fatti. Senza enfasi, diciamo che si volta pagina sulla via delle realizzazioni delle infrastrutture e ora si deve iniziare a parlare dei contenuti, ovvero "nutrire il pianeta"».
Il nuovo "super-capo" intanto – che a breve avrà anche un sottosegretario regionale ad Expo con cui dialogare, oltre ai ministri e sottosegretari del governo – assicura sul rispetto dei tempi e anche sull’altro grande tema, ovvero la legalità. «Staremo molto attenti – commenta Sala – affinché non sorga il dubbio che la rapidità possa entrare in conflitto con la legalità. Il risultato sarà positivo perché ho con me un team di donne e uomini giovani, seri e preparati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.