Ferie e straordinari: i lavoratori del Circolo temono di perderli

Nonostante le rassicurazioni dei sindacati, permangono le preoccupazioni di veder congelati i periodi di riposo. La spiegazione del rappresentante Cgil

Torna tra i dipendenti dell’azienda ospedaliera di Varese il timore di perdere il diritto alle ferie non godute negli anni scorsi. Nonostante i sindacati e il direttore CallistoBravi avessero già assicurato che i lavoratori non corrono alcun rischio, la preoccupazione rimane.
« Non esiste alcun rischio – ribadisce Cinzia Bianchi, rappresentante sindacale della Cgil in azienda – In questi giorni i sindacati stanno ratificando un accordo che poi verrà approvato dalla direzione. Il rischio che si teme non viene citato da alcuna parte. Il punto che, forse, sfugge è che la una normativa recente, impone alle aziende, pubbliche e private, di far fare tutte le ferie dell’anno precedente entro giugno pena una multa. Quindi, l’ospedale deve fare innanzitutto un piano che permetta di smaltire i giorni avanzati dal precedente anno entro il mese prossimo e poi fissare le ferie del 2013. I giorni che avanzano dal 2010, quindi, non vanno persi ma rientrano in base a un piano di "smaltimento" graduale per permettere di rispettare la legge e di non bloccare l’attività ospedaliera. Ogni anno, quindi, il dipendente si troverà due, tre o quattro giorni in più di ferie in base alle sue eccedenze degli anni pregressi. Purtroppo la normativa impone dei paletti molto rigidi. Nessuno, però, perderà i suoi diritti».
Discorso analogo, anche se diverso, riguarda gli straordinari: « L’azienda ha un budget per pagarli. Se le ore in più non rientrano in quel budget, però, vanno messe a recupero». 

La situazione, in effetti, è alquanto complessa, complice anche una crisi e un taglio delle risorse che riduce il personale impiegato in corsia e ne aumenta, parallelamente, l’impegno. Il problema della penuria di dipendenti è annoso e porta anche a rendere i lavoratori più attenti a non vedersi sfumare i necessari periodi di riposo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.