Fermato il presunto ladro della botticella d’argento

Il prezioso oggetto era stato rubato da un negozio di antiquari di Gemonio. Il gip ritiene che il responsabile sia un cittadino straniero insieme a un complice latitante

 La preziosa botticella d’argento rubata da un negozio di antichità di Gemonio è ancora in mano ai ladri, ma intanto il gip di Varese Giuseppe Battarino ha convalidato l’arresto di uno dei due uomini che avrebbero sottratto l’oggetto, il quale potrebbe essere stimato anche intorno ai mille euro.
Il furto sarebbe stato effettuata da due uomini, uno dei quali è scappato e non è stato ancora rintracciato. I carabinieri tuttavia hanno ammanettato il complice, un serbo kosovaro di 38 anni, che sbarca il lunario tra Genova e Milano e che probabilmente aveva puntato il negozio di antichità in aiuto all’altro uomo. E’ stato rimesso in libertà ma dovrà evitare di avvicinarsi alla provincia di Varese, nella quale è stato interdetto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.