Gianmario Bernasconi ottiene un mandato pieno per amministrare Azzate

Con un risultato doppio rispetto alla somma delle altre due liste, “ViviAzzate” vince le elezioni amministrative. "Gli azzatesi hanno capito la nostra idea di comune"

Gianmario Bernasconi ottiene un mandato pieno per amministrare Azzate. Con un risultato doppio rispetto alla somma delle altre due liste, “ViviAzzate” vince le elezioni amministrative. con 1193 voti. A seguire la lista “Tutti per Azzate” di Luca Massetti con 462 voti e “Prima Azzate!” di Nicola Varalli con 460.
Con questi risultati Bernasconi conclude il percorso elettorale e si prepara ad amministrare il paese. «Una vittoria di questa portata è stata fondamentale – spiega il nuovo primo cittadino -, in un paese vincere di un voto o di 600 formalmente non cambia niente ma aver ricevuto un consenso così ampio significa che gli azzatesi ci consegnano un mandato pieno e significa che hanno apprezzato la nostra proposta».

Sui motivi che hanno portato un calo delle altre due liste Bernasconi non vuole intervenire: «preferiamo non entrare in quello che è stato il passato e i veleni che sono circolati in campagna elettorale soprattutto fra le altre due liste – spiega -, adesso ci auguriamo che si possa lavorare tutti in consiglio comunale in modo costruttivo perché l’apporto delle minoranze è fondamentale e avrà tutta la mia considerazione e attenzione».
Il nuovo sindaco è già pronto per i primi impegni istituzionali: «stasera ci concediamo un momento di festa come riconoscimento del lavoro fatto da tutta la squadra, poi giovedì dovrebbe esserci il passaggio di consegne e sabato mi aspetta il primo impegno istituzionale: un matrimonio. Il che mi riempie di gioia e mi sembra un ottimo inizio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.