Giovani Imprenditori: Eleonora Merlo è la nuova Presidente

L'elezione avvenuta durante l'assemblea dedicata quest'anno allo sport e al tema "Il successo? Un gioco di squadra". Protagonisti la Cimberio Varese e la Futura Unendo Yamamay di Busto

È Eleonora Merlo la nuova Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Il passaggio di testimone con Roberto Caironi, giunto a termine del suo mandato e non più rieleggibile, è avvenuto durante l’assemblea 2013  che si è tenuta al Centro Congressi Ville Ponti di Varese. Classe 1984, Eleonora Merlo è attualmente consigliere di amministrazione ed executive human resource & legal affair dell’Istituto Vigilanza Notturna Gallarate Spa, azienda di famiglia che opera dal 1959 nel settore della vigilanza privata nella provincia di Varese, Novara, Milano Ovest, e Verbanio Cusio Ossola. Iscritta al Gruppo Giovani Imprenditori dal 2009, nell’ultimo biennio ne è stata componente del Consiglio Direttivo con la carica di Vice Presidente con delega ai rapporti interni, organizzazione e marketing. Dal 2011 fa anche parte della Giunta dell’Unione Industriali.

Galleria fotografica

Sport e impresa, Vescovi e Parisi dai giovani imprenditori 4 di 13

«In oltre 50 anni di storia – ha dichiarato la neo Presidente durante il suo intervento di saluto all’assemblea – il nostro Gruppo Giovani Imprenditori ha rappresentato una delle più importanti scuole di preparazione della classe dirigente del nostro territorio. Il mio compito, come quello di tutti gli iscritti al Gruppo, è quello di essere all’altezza di questa tradizione. Oggi questo compito è reso ancor più difficile da una situazione economica, sociale e istituzionale quanto mai delicata. Ma proprio in queste fasi di passaggio è interesse generale che i singoli assumano l’onere dell’impegno in prima persona. Per passare dal semplice e sterile mugugno, alla presa in carico della responsabilità, che porta anche con sé il dovere della proposta. Ci sono tante forme per farlo. Una di queste è sicuramente l’impegno associativo che, come Movimento Imprenditoriale, cercheremo di sollecitare in ogni giovane imprenditore del territorio».

La bussola? La cultura d’impresa, come ha sottolineato il Presidente uscente Roberto Caironi. Un intervento, il suo, ispirato alla Tavola Rotonda dell’Assemblea ("Il successo? Un gioco di squadra") che ha avuto come protagonista lo sport, con i vertici della Futura Volley Unendo Yamamay di Busto Arsizio e della Pallacanestro Cimberio Varese. «Realtà – ha affermato Roberto Caironi – giustamente considerate tesori del territorio, di cui tutti vanno fieri. Ci piacerebbe che lo stesso ‘attaccamento alla maglia’ venisse sentito dal territorio anche per le proprie imprese. Non ci aspettiamo, per rimanere nel simbolismo sportivo legato al Palazzetto di Masnago, una Curva Nord che faccia l’ovazione ad ogni nostro successo. Ma non è nemmeno giusto ogni giorno giocare come se fossimo in trasferta in casa nostra. Tanto più oggi che ci sentiamo come all’ultimo minuto dell’ultimo quarto, sotto di dieci punti».

Da qui la mission del Gruppo Giovani Imprenditori che ha tra i suoi obiettivi quello dei portare la cultura d’impresa nelle scuole e tra gli studenti della provincia: «Mai come oggi – è stato il monito con cui Roberto Caironi ha voluto concludere il suo mandato – sentiamo il bisogno di valorizzare l’impresa non solo come luogo di produzione di benessere, ma anche come valore. Come patrimonio di sapere. Un bisogno nostro, di giovani imprenditori. Ma un bisogno anche della nostra provincia e del nostro Paese. L’avversione alle imprese non è mai stata antistorica come in questi anni. Anni di crisi che devono far comprendere a tutti quanto le aziende e il lavoro che esse creano non siano solo una necessità. Ma un’opportunità di riscatto per i singoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sport e impresa, Vescovi e Parisi dai giovani imprenditori 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.