I costruttori: “Bene la proroga per i Pgt”

Il presidente di Ance: «Decisiva una nuova, moderna ed equilibrata pianificazione urbanistica. Interessante la possibilità di procedere a forme di pianificazione urbanistica “su vasta area”»

L’Associazione costruttori edili della provincia di Varese prende atto con favore dell’approvazione a larga maggioranza, nel Consiglio regionale della Lombardia, delle modifiche alla Legge regionale 12/2005 che concedono alle Amministrazioni locali una proroga per l’approvazione dei Piani di governo del territorio e, nel contempo, restituiscono efficacia ai previdenti Piani regolatori generali, scongiurando il blocco delle attività edilizie che si era verificato, dallo scorso 1 gennaio, in quasi 600 Comuni lombardi.
«La Giunta e il Consiglio regionale – sottolinea in proposito il presidente di Ance Varese Sergio Bresciani – hanno rispettato l’impegno assunto pubblicamente dalle forze politiche e dai candidati nel corso della campagna elettorale. Il problema della decadenza dei Prg nei Comuni ancora senza Pgt è stato affrontato in tempi rapidi e con determinazione. Il nuovo dispositivo riapre infatti possibilità di investimento e di intervento, seppure limitate, e, soprattutto, stimola le Amministrazioni comunali a procedere risolutamente nella predisposizione dei nuovi strumenti urbanistici, fissando scadenze ultimative e perentorie al 31 dicembre 2013 per l’adozione e al 30 giugno 2014 per la definitiva approvazione dei Pgt. L’auspicio è che ora sindaci, assessori e consiglieri comunali operino di conseguenza, rispettando i termini stabiliti dal legislatore, senza arroccamenti e rilanciando il dialogo con gli operatori secondo lo spirito della Legge 12/2005».
Ance Varese sottolinea infatti che il ripristino dei Prg non può costituire, da solo, la soluzione auspicata, essendo in larga misura ormai esaurite le possibilità di intervento contemplate dai vecchi Piani. Diventa pertanto decisiva una nuova, moderna ed equilibrata pianificazione urbanistica, da realizzarsi anche eventualmente richiedendo “supporto operativo” agli Uffici tecnici della Regione e della Provincia, come esplicitamente previsto dalla nuova normativa.
Nella prospettiva futura, Ance Varese manifesta poi interesse per la possibilità di procedere a forme di pianificazione urbanistica “su vasta area”, superando la rigidità dei confini tra i singoli Comuni, soprattutto quelli di dimensioni contenute.
Ance Varese, gli Ordini degli Architetti ed Ingegneri e il Collegio dei Geometri della provincia di Varese restano infine a disposizione degli enti locali e della Regione per avviare una nuova fase di dialogo e di confronto, tesa a migliorare l’efficacia dei Pgt anche attraverso una semplificazione dei Piani delle regole, nella convinzione che la drammaticità della crisi economica e le sue oggettivi ripercussioni in ambito sociale, richiamino tutti i soggetti, pubblici e privati, a una sempre più esplicita condivisa assunzione di responsabilità a servizio del bene comune.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.