I remi dell’Insubria sbancano i Campionati universitari

La delegazione dell'ateneo è tornata a casa con sette medaglie di cui quattro ori. Un argento anche nell'atletica

Si sono fatti onore gli studenti-atleti insubrici che hanno partecipato ai Campionati Nazionali Universitari 2013, svolti a Cassino dal 17 al 26 maggio e ai Campionati Nazionali Universitari di Canoa e Canottaggio 2013, tenuti a Sabaudia.

La delegazione di studenti iscritti all’Università degli Studi dell’Insubria è tornata a casa ieri (ndr 27 maggio) con sette medaglie di cui quattro ori. Il vero exploit è stato nelle gare di canottaggio svoltesi a Sabaudia: in particolare Lorenzo Zeni di Sesto Calende (VA), iscritto al Corso di Laurea in Informatica, si è aggiudicato il podio per “Kayak”; altri tre ori sono stati vinti nel Canottaggio: la formazione al femminile guidata dal tecnico federale Giovanni Calabrese – Deborah Battagin di Travedona Monate (VA), Scienze e Tecnologie Biologiche; Giada Colombo, di Trezzo sull’Adda (MI) Giurisprudenza; Giulia Mussida, di Leggiuno (VA), Medicina e Chirurgia; Elisa Stranges, di Cadrezzate (VA), Scienze Motorie – ne ha conquistati due nella “500 a squadre femminile ” e “2000 a squadre femminile”, un altro oro è andato a Fabio Vignarolo, di Gavirate (VA), iscritto al Corso di Laurea in Informatica nella “500” individuale; sempre Vignarolo si è portato a casa anche un terzo posto nella “2000 individuale” e lo stesso risultato ha ottenuto la formazione Mussida-Stranges nella “500 femminile”.

Per l’Atletica leggera un risultato positivo: a Maurizio Tavella, di Cuneo, iscritto a Scienze della Comunicazione, è andata una medaglia d’argento per il “3000 Siepi”.

Da segnalare che Maurizio Tavella è stato ammesso al programma “College Federale di Mezzo Fondo” e Giada Colombo al programma: “Da atleti di Prestigio a Donne e Uomini di prestigio”, entrambe iniziative dell’Università dell’Insubria nate nell’ottica di favorire la conciliazione di studio e agonismo, che si concretizzano nell’erogazione di borse di studio a rimborso parziale delle tasse universitarie per gli atleti selezionati che risiedono in zona e nell’agevolazione degli studenti fuori sede con un ulteriore rimborso del vitto e dell’alloggio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.