“Il bonus per la maturità penalizza gli studenti del Nord”

Il Presidente della consulta studentesca Rossignoli critica la decisione del Ministro Profumo di premiare ai test d'ingresso universitari gli studenti che hanno ottenuto punteggi sopra 80

L’ultimo regalo del Ministro Profumo: il bonus del voto di maturità per i test di ingresso. Gli studenti varesini, per voce del Presidente della Consulta studentesca Massimiliano Romagnoli, criticano la decisione del Ministero di premiare il voto di maturità con un punteggio ulteriore, da 4 a 10: « In Italia non c’è un sistema di valutazione oggettivo. Stando alle statistiche, le commissioni nelle scuole del Meridione attribuiscono voti più elevati rispetto a quelle delle regioni del centro Nord. Davanti a queste differenze, riteniamo che gli studenti del Nord partano svantaggiati».

 
Tutti i presidenti provinciali delle Consulte si ritroveranno il prossimo 10 maggio a Milano per incontrare l’assessore Valentina Aprea: chiedono un intervento istituzionale per bloccare con decreto questa misura: « È dal 2006 che si discute di un modo per premiare il percorso scolastico dello studente – spiega Rossignoli – ma ogni volta non si trovava la soluzione per “problemi tecnici”. Ora il Ministro ha atteso l’ultimo Consiglio dei Ministri per far passare questa norma: sembra una cosa da nulla ma bisognerebbe conoscere le graduatorie, basta anche un solo punto per recuperare 100 posti nell’elenco degli ammessi. Si ha un’idea di quanto possano valere da 4 a 10 punti?».
 
Gli studenti, già preoccupati di dover portare avanti in parallelo la preparazione per l’Esame di Stato e quella per il test d’ingresso anticipati a luglio, non vogliono vedersi penalizzare e chiedono che si blocchi tutto per cercare un sistema che tenga conto oggettivamente della loro preparazione: « Magari, sarebbe anche l’occasione di rimettere in discussione lo stesso sistema dei test e adottarne uno che meglio risponda al livello qualitativo della preparazione». Da tempo, infatti, il sistema degli “alpha test” è sotto accusa perchè parziale e legato a meccanismi che poco hanno a che vedere con le capacità e competenze del singolo studente. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.