Il Monza passa a Busto. La Pro rimanda la festa

I tigrotti perdono 2-1 contro i brianzoli e devono ancora guadagnarsi un punto per la promozione. Si deciderà tutto a Casale settimana prossima

Festa rimandata. La Pro Patria perde 2-1 contro il Monza allo “Speroni” e deve rinviare i festeggiamenti per la promozione all’ultima partita di Casale. Una gara segnata da un arbitro protagonista con tre espulsioni sul campo e tre sulle panchine, oltre a rigori dati o no a propria discrezione. Andamento da montagne russe per questa gara sicuramente non priva di emozioni, con gli ospiti in vantaggio per un rigore dubbio e in superiorità numerica nel primo tempo per l’espulsione di Artaria. Nella ripresa arriva il pareggio della Pro con Nossa, dopo aver ristabilito la parità numerica per il rosso di Franchino, ma i biancorossi, in nove per l’espulsione anche di Grauso, trovano il gol vittoria con Valagussa, che trova l’angolino giusto dalla distanza. Continua a mancare un solo punto per festeggiare, da conquistare assolutamente a Casale settimana prossima all’ultima giornata.  
 
FISCHIO D’INIZIO – Basta un punto per alzare le braccia al cielo e festeggiare la promozione per la Pro contro un Monza che però ha poca voglia di far fare festa ai tigrotti. I brianzoli prima di tutto devono fare punti per continuare a sperare nei playoff e poi vogliono senza dubbio rifarsi della pesante sconfitta della gara di andata al “Brianteo”. Mister Aldo Firicano deve fare a meno dello squalkificato Calzi, ma al suo posto è pronto Vignali mentre in attacco il tridente delle meraviglie Giannone-Serafini-Cozzolino è l’arma offensiva dei tigrotti. Il Monza si affida alla classe e alla fantasia di Andrea Gasbarroni, pericolo numero uno per la Pro.
 
IL PRIMO TEMPO – Nella prima frazione di gioco succede di tutto e di più, con l’arbitro decisamente protagonista in negativo. Dopo un buon inizio della Pro, con due conclusioni prima di Bruccini e poi di Cozzolino alte, al 17’ il direttore di gara concede il rigore al Monza per un intervento di Polverini su De Cenco con il braccio largo. Le proteste dei tigrotti per un intervento apparso piuttosto veniale non servono e Gasbarroni dal dischetto porta in vantaggio gli ospiti al 19’ spiazzando Sala. Il signor Serra di Torino si prende la ribalta espellendo Artaria al 23’ per un fallo che meritava decisamente il giallo, ma il rosso apparso molto severo. Nonostante tutto la Pro non molla. Al 33’ in contropiede Bruccini sbaglia l’ultimo passaggio per Giannone, poi al 37’ Serafini calcia a lato in girata, ma l’arbitro non fischia una strattonata decisa di Cattaneo sul capitano tigrotto, che si lamenta inutilmente per l’intervento falloso del centrale brianzolo. Nel finale di tempo la Pro si porta in avanti, ma Cozzolino in due occasioni, al 44’ e al 45’, non riesce ad impensierire Castelli. 
 
LA RIPRESA – Buon inizio della Pro, che si fa viva prima con Serafini, il cui tiro è deviato in angolo da Cattaneo al 1’, poi con Bruccini, che al 3’ impegna Castelli alla deviazione in angolo. Al 8’ Franchino compie fallo su Serafini e l’arbitro gli mostra il secondo cartellino giallo e l’espulsione. Ritrovata la parità numerica, la Pro va all’attacco, ma la difesa del Monza si chiude bene provando a graffiare in contropiede. Serve un calcio d’angolo al 16′ per ritrovare il pari, con Nossa che scaraventa in porta da pochi passi un corner dalla destra di Giannone. L’inerzia della gara sembra passare dalla parte della Pro, ma il Monza continua a crederci continuando a portarsi in attacco, senza però riuscire a sfondare la retroguardia biancoblu. L’arbitro continua a regalare emozioni e al 33’ mostra il cartellino rosso anche a Grauso, lasciando gli ospiti in nove, cacciando il capitano biancorosso per doppia ammonizione. Con l’uomo in meno il Monza riesce a ritrovare il vantaggio grazie ad un gol di Valagussa, che batte Sala con un destro dalla lunga distanza. La Pro si butta all’attacco e al 44’ Serafini gira a lato da dentro l’area, poi al 48’ Giannone ha la palla buona, ma il sinistro del fantasista è troppo centrale e Castelli blocca blindando la vittoria del Monza e rimandando la festa della Pro.

Galleria fotografica

Pro Patria sconfitta, festa rimandata 4 di 18

Firicano: "Ci voleva più attenzione nel finale"
 

TABELLINO
Pro Patria – Monza 1-2 (0-1)
Marcatori: al 19’ pt Gasbarroni su rigore (M), al 16’ st Nossa (PP), al 40’ st Valagussa (M).
Pro Patria (4-3-1-2): Sala; Bonfanti, Nossa, Polverini, Pantano; Bruccini (dal 41’ st Viviani), Vignali (dal 22’ st Greco), Artaria; Giannone; Serafini, Cozzolino (dal 25’ st Falomi). A disposizione: Vavassori, Andreoni, Botturi, Giorno. All. Firicano.
Monza (4-3-3): Castelli; Franchino, Franchini, Cattaneo, Anghileri; Valagussa, Grauso, Vita; Gasbarroni (dal 41’ st Nitride), De Cenco, Ravasi (dal 10’ st Bugno). A disposizione: Sorrentino, Morao, Fronda, Laraia, Zamble. All. Asta.
Arbitro: Serra di Torino (Pizzagalli e Trasarti).
Note: giornata variabile, terreno in buone condizioni; Calci d’angolo 5-2 per la Pro Patria; Ammoniti: Polverini, Nossa, Vignali per la Pro Patria; Franchino, Grauso per il Monza. Espulsi Artaria (PP) al 23’ pt per gioco scorretto, Franchino (M) al 8’ st per doppia ammonizione e Grauso al 33’ st Grauso (M). Allontanati dalla panchina della Pro Patria il team manager Danilo Grassi, il massaggiatore Remigio Dal Sole e il dottore Castiglioni. Recupero: 2′ + 5′ 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Pro Patria sconfitta, festa rimandata 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.