Intesa tra Confcommercio e Agenzia delle entrate

L'accordo a livello regionale riguarda l'accesso ai servizi di assistenza e informazione come: assistenza su comunicazioni di irregolarità, avvisi telematici e cartelle (Civis), rilascio variazione e cessazione partita Iva; codici fiscali; registrazione contratti di locazione, accesso al cassetto fiscale dei propri clienti anche per il reperimento delle informazioni utili agli ulteriori adempimenti fiscali (es. versamenti eseguiti, dichiarazioni presentate, stato dei rimborsi)

Si allargano le intese tra Agenzia delle Entrate e categorie produttive per facilitare l’adempimento degli obblighi fiscali e favorire l’accesso ai servizi di assistenza e informazione offerti dall’amministrazione finanziaria. È stato, infatti, firmato un protocollo dal direttore della direzione regionale della Lombardia, Eduardo Ursilli, e il presidente di Confcommercio Lombardia, Carlo Sangalli, per semplificare i rapporti tra le parti, implementando in particolare l’utilizzo dei canali informatici.
L’intesa segue l’accordo quadro siglato a livello nazionale nel luglio 2012 e sviluppa a livello regionale i principi di collaborazione e di interesse comune per il miglioramento dei rapporti tra l’Agenzia delle Entrate e gli intermediari istituzionali nel garantire servizi efficaci e facilmente fruibili. Confcommercio Lombardia si rivolge, infatti, alla più vasta platea delle imprese lombarde del terziario, del commercio, del turismo e dei servizi. Per favorire questa collaborazione l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione i propri servizi di assistenza e informazione tramite i canali di contatto telematico, telefonico e di sportello. Sarà quindi possibile in modo rapido richiedere servizi ed effettuare adempimenti, tra i quali: assistenza su comunicazioni di irregolarità, avvisi telematici e cartelle (Civis); rilascio variazione e cessazione partita Iva; codici fiscali; registrazione contratti di locazione (Siria web, Iris web, Locazioni web); accesso al cassetto fiscale dei propri clienti anche per il reperimento delle informazioni utili agli ulteriori adempimenti fiscali (es. versamenti eseguiti, dichiarazioni presentate, stato dei rimborsi).

Tutto ciò favorirà un significativo risparmio di tempo e di costi di spostamento per le imprese e contribuirà a una più efficiente razionalizzazione delle risorse degli uffici territoriali dell’Agenzia. Inoltre, sono già attive due caselle di Posta Elettronica Certificata (Pec) dedicate all’assistenza sulle comunicazioni inviate ai sensi dell’articolo 36-bis del Dpr n. 600/1973 e dell’articolo 54-bis del Dpr n. 633/1972, sulla correzione dei modelli di pagamento F24 e sugli scarti dei modelli di pagamento F24 contenenti compensazioni Iva.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.