L’IdV: “Basta con il centrosinistra in costante protesta”

Eliseo Sanfelice risponde alle critiche venute da Sel, che sollecitava scelte forti su bilancio e Pgt. "Basta con la continua litania che vede la destra colpevole per la scomoda eredità"

Basta con  «un centrosinistra in costante protesta», basta con le lamentele sulle responsabilità del passato a Gallarate. Una presa di posizione dall’opposizione? No, un suggerimento che viene dall’interno dalla maggioranza, dall’Italia dei Valori. Lo dice una nota di Eliseo Sanfelice, il coordiantore del partito che risponde così alle sollecitazioni venute da Sinistra Ecologia e Libertà. «Noi dell’Idv abbiamo scelto e siamo stati scelti dai nostri compagni di strada, e non vogliamo che questi partners si perdano nelle ombre del pessimismo e nella cultura della lamentela, perché non ci appartiene. Ricordiamo ai compagni di viaggio che nel cambiamento per contrastare il declino, non si può essere da soli. Alcune esternazioni alla stampa, se prima non vengono portate al tavolo di lavoro della coalizione, appaiono come opportunismo o mera ambizione personale o peggio, un metodo inadeguato di fronte alle difficoltà». Un «mercato della vanità» a cui l’IdV dice di non voler partecipare. «Diciamo basta con la continua litania che vede la destra colpevole per la scomoda eredità lasciata, la quale si rinforza a ogni nostra divisione. Noi dell’Idv invitiamo i partiti di questa maggioranza a riconoscere la responsabilità delle scelte comuni e a smetterla con un parlare gratuito e dannoso». L’IdV dice che c’è una carenza di «mentalità di governo», necessaria per affrontare i problemi, che sono numerosi sulla strada dell’amministrazione Guenzani, al pari di alcune occasioni con opere e servizi messi in cantiere in questo periodo (dai progetti per i quartieri al riordino della viabilità intorno alla stazione, al rilancio del Maga). Certo, rimangono anche aperte due grandi sfide su cui comunque Sel ha posto l’accento: quella del bilancio e quella della Variante al Piano di Governo del Territorio attualmente in vigore, che l’allora opposizione di centrosinistra aveva criticato con vigore e su cui appunto Sel chiede una sostanziale discontuinità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.