La carica dei nuovi sindaci nonostante l’astensionismo

Calo del 15% dei votanti nei cinque comuni dove si è votato. Tra i nuovi eletti solo una riconferma, quella di Ginelli a Jerago con Orago, e solo una donna, Barbara Macchi a Galliate Lombardo

Cinque comuni del varesotto (e uno del comasco) hanno espresso, oggi lunedì 27 maggio, i nuovi sindaci e relativi consigli comunali. Anche nella nostra provincia, dunque, il calo dell’affluenza si è fatto sentire in modo netto. Hanno votato, alle 15 di oggi, il 59,7% degli aventi diritto contro il 74% della precedente tornata amministrativa con un calo del 15%. L’unico comune a non aver risentito di questo dato è quello di Jerago con Orago che, a onor del vero, partiva da un dato del 2008 che era già più basso della media e i votanti sono passati dal 64,9 al 64,18%. 

Per quanto riguarda l’analisi del voto comune per comune partiamo dall’unica amministrazione che esprime un sindaco di una lista civica pura, quella di Agra, dove ha vinto Ernesto Griggio della lista "Fai 13" e ha raccolto l’eredità del sindaco, deceduto nel 2012, Ballinari. Ad Azzate Lega e Pdl pagano la scelta di andare divisi al voto e la caduta anticipata dell’amministrazione uscente; a spuntarla è stato Gianmario Bernasconi della lista ViviAzzate, una lista che rimane civica ma che contiene elementi del centosinistra. A Venegono Superiore a vincere, in una competizione molto accesa, è stato il candidato del centrodestra Ambrogio Crespi, sostenuto dalla lista Lega Nord-Pdl, con il 25% dei voti; la lista della candidata del Pd Mariolina Ciantia ha ottenuto il 19,5% dei voti mentre subito dietro si sono piazzati quasi alla pari Roberto Restelli e Bruno Zoccola con poco più del 16% a testa. Anche a Jerago con Orago a vincere è il centrodestra ma senza la Lega Nord che qui si è presentata con il Pd, perdendo clamorosamente; vincitore è stato il sindaco uscente Giorgio Ginelli con il 73% dei voti, quasi un plebiscito, mentre Eliseo Valenti si è fermato al 26,7%. A Galliate Lombardo il nuovo primo cittadino è donna e si chiama Barbara Macchi della lista Vivere Galliate con un risultato schiacciante del 70% dei consensi. Infine segnaliamo l’elezione di Luigi Monza a Mozzate della lista di centrosinistra.



di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.