La carovana antimafia arriva in città

L'evento atteso per il pomeriggio del 14 maggio. Dalle 18 presso il Tribunale di L.go Giardino interverrà un magistrato della Procura

Il 30 marzo la Carovana Internazionale Antimafie, promossa da Arci, Libera e Avviso Pubblico, in collaborazione con Cgil, Cisl, Uil, è ripartita per il suo sedicesimo viaggio da Tunisi; attraverserà l’Italia con circa 70 tappe, per concludersi il 6 giugno a Milano.
Il viaggio della Carovana attraversa il territorio con un percorso a tappe che si propone di portare solidarietà a coloro che in prima fila operano per la legalità democratica e la giustizia sociale, per dare opportunità di crescita sociale, per sensibilizzare le persone affinché tengano alta la tensione antimafia, per promuovere impegno sociale e progetti concreti.
La Carovana percorre migliaia di chilometri dunque per animare il territorio e porre l’accento su questioni che si legano a quelle della democrazia, della legalità, della lotta alle mafie.
I carovanieri saranno i narratori, la memoria storica di questa impresa attraverso i diari di bordo giornalieri, gli album fotografici, i video realizzati.
Questo è il messaggio che la Carovana cercherà di veicolare: ogni anno le attività illegali (mafie, evasione fiscale e corruzione) sottraggono circa 500 miliardi di euro alle economie legali e quindi ai cittadini onesti; è un costo enorme che ricade sull’intera collettività, aggrava i costi della crisi, compromette le possibilità di sviluppo.
Nel pomeriggio del 14 maggio la carovana sarà a Busto.
In tutti i luoghi che visiterà la carovana sarà animata con iniziative che solleciteranno la partecipazione attiva di tutti: pertanto anche a Busto ci saranno una serie di iniziative che coinvolgeranno la cittadinanza a partire dalle 15.30 fino a tarda serata.
Dalle ore 18 presso il Tribunale di L.go Giardino interverrà un magistrato della Procura di Busto, poi davanti al Municipio ascolteremo un’orazione dell’avvocato Celiento; il corteo si sposta in p.zza s. Giovanni dove inizierà la festa, con interventi di Libera e delle associazioni promotrici. Ci sarà musica e si mangerà insieme.
I promotori bustesi dell’evento invitano tutti i cittadini, le associazioni e le istituzioni di Busto a partecipare a questo momento di riflessione e di festa per continuare a sostenere l’impegno di tutti sui temi della legalità e della lotta contro ogni forma di mafia.

Le associazioni promotrici
ACLI, Agesci Busto 1, Agesci Busto 3, Allegra Brigata Sinetema, Amici del Quadrifoglio, Amici di Angioletto Castiglioni, Ammazzatecitutti, ANPI sezione G. Castiglioni, Associazione 26per1, Auser, Centro giovanile Stoà, CGIL, Comitato antifascista, Comitato soci Coop Lombardia, Comunità di base, Donne Assemblate, Legambiente, Movimento adulti scout

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.