La caserma Nato festeggia i 152 anni dell’esercito

Cerimonia all'interno della caserma Ugo Mara con il Generale di divisione Castellano e il Capo di Stato Maggiore dell'esercito Claudio Graziano

Questa mattina il NATO Rapid Deployable Corps – Italy ha commemorato nella caserma “Ugo Mara” il 152º Anniversario della Costituzione dell’Esercito Italiano con una sobria ma significativa cerimonia, cui hanno partecipato anche i rappresentanti delle altre quattordici nazioni dell’Alleanza Atlantica che lo costituiscono. Dopo la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai caduti, il Generale di Divisione Rosario Castellano, ha dato lettura dell’ordine del giorno del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, che  nel suo messaggio augurale ha ricordato come ”l’Esercito Italiano inizia la propria storia unitaria il 4 maggio 1861, diventando protagonista delle pagine più belle, più gloriose, più tragiche della storia patria”.

Il Gen. Castellano, nella sua allocuzione ha poi rivolto un saluto reverente “ai nostri caduti che si sono immolati nell’assolvimento del proprio dovere”. Al termine del suo intervento il Generale ha ringraziato, anche a nome del Gen. C.A. Giorgio Battisti, i militari dell’NRDC-ITA per il lavoro finora svolto, ricordando gli impegni che li attendono nell’immediato futuro e rivolgendo altresì un sentito grazie ai militari che stanno rappresentando il nostro Comando in Afghanistan. Infine, ha esortato il Reparto a mantenere coeso il gruppo, dal più piccolo al più alto livello ordinativo ed a conservare alto il livello di disciplina finora raggiunto dall’NRDC-ITA, che costituisce un’importante “nicchia di eccellenze” per l’Esercito ed un fondamentale punto di riferimento per il territorio. “Il cittadino ha fiducia in noi e abbiamo il dovere morale di non deluderlo”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.