La gran festa del Primo Maggio carnaghese

Musica e pranzo, ma anche dibattito e confronto al Circolo di via Vittorio Veneto: una giornata che unisce giovani e pensionati, senza dimenticare il divertimento

Come ogni anno si è tenuta ieri la celebrazione carnaghese del primo maggio presso il Circolo di via Vittorio Veneto. La manifestazione è iniziata come di consueto con il corteo dalla Piazza Falcone e Borsellino, che accompagnato dalla musica della banda M.A.M. di Morazzone ha raggiunto la sede del Circolo. Dal palco ci sono poi stati gli interventi del presidente della Consulta Giovani di Carnago Marco Saporiti , del sindaco di Carnago Maurizio Andreoli, di Francesco Vazzana, rappresentante del Sindacato Giovani CGIL e di Robertino Ghiringhelli, storico e docente dell’Università Cattolica di Milano. La tematica affrontata è stata quella riguardante l’occupazione giovanile, tema più che mai caldo e vera e propria piaga che affligge il nostro Paese.
Dopo il pranzo il pomeriggio ha visto susseguirsi il concerto di Marco Michieletti e dei Polver Folk che con le loro sonorità irlandesi hanno chiuso la serata. L’evento è stato organizzato da Auser Insieme Carnago e SPI CGIL, con l’appoggio della Cooperativa Sociale “Dante Somaruga” , dalla Consulta Giovani e dal Gruppo Bocciofilo.

Galleria fotografica

Festa e riflessioni, il Primo Maggio a Carnago 4 di 19
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Festa e riflessioni, il Primo Maggio a Carnago 4 di 19

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.