La rimozione dell’agronomo Zanzi torna in consiglio

Sel e lista civica contestano con una mozione il benservito dato all'ex presidente della commissione paesaggio

Il “licenziamento” dell’ex presidente della Commissione Paesaggio, Daniele Zanzi, sarà oggetto di una discussione giovedì sera in consiglio comunale. In realtà la vicenda è finita all’ultimo punto dell’ordine del giorno, ma si tratta comunque di una questione spinosa, sollevata da una mozione di Sel (Rocco Cordì) e di Varese & Luisa (Luciano Ronca)
Zanzi com’è noto fu rimosso poiché secondo la giunta la sua attività professionale, è agronomo e ha una nota ditta di cura del verde, entrava in conflitto con il ruolo in commissione. Tuttavia la mozione ricorda che la motivazione dell’allontanamento di Zanzi era “incompatibilità sopravvenuta”, e rileva che “l’attività professionale del dott. Zanzi era ben nota al momento della sua nomina e che ad oggi risulta essere la medesima di allora”.
A Zanzi non è mai stato rimproverato un intervento in conflitto di interessi, e inoltre ha sempre svolto il suo ruolo senza stipendio. La commissione, quando fu rimosso, si dimise in blocco per solidarietà.
Secondo i consiglieri Ronca e Cordì “le motivazioni addotte dalla Giunta per la rimozione del professionista appaiono anche pretestuose alla luce di quanto è successo in Consiglio Comunale in occasione della discussione sul Parcheggio multipiano di Villa Augusta e delle posizioni critiche espresse dal dott. Zanzi come semplice cittadino su questo come su altre discutibilissime scelte compiute dalla Amministrazione Comunale”. Insomma, le opposizioni concludono che l’agronomo è stato rimosso perché ha manifestato durante un consiglio comunale la sua contrarietà al parcheggio di vilal Augusta. Era seduto proprio dietro al gruppo leghista, e in quella occasione anche qualche assessore gli rivolse pesanti critiche.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.