La Unendo Yamamay ingaggia Ciara Michel

La gigante inglese (1 metro e 96) sarà la terza centrale della formazione di Parisi. Vista alle Olimpiadi con la maglia della Gran Bretagna, arriva dal campionato tedesco. Intanto è scontro tra Federazione e Futura

Da una gigantessa all’altra: partita Christina Bauer, la Unendo Yamamay ristabilisce immediatamente la… media con l’acquisto (da oggi ufficiale) di Ciara Michel, centrale classe 1985 alta 1 metro e 96 e proveniente, come altre due delle nuove straniere in maglia biancorossa, dal campionato tedesco. A far sobbalzare sulla sedia è però la sua nazionalità: Ciara è nata nel 1985 in Inghilterra, terra pallavolisticamente inesplorata e priva di giocatori di rilievo. Ma la neo-farfalla è inglese solo per l’anagrafe: cresciuta nella casa paterna a Miami, è stata capitana della squadra universitaria degli Hurricanes prima di emigrare in Australia a Melbourne e infine in Germania, dove ha vestito nelle ultime due stagioni le maglie di Alemania Aachen e VT Aurubis di Amburgo. In patria è tornata nel 2012 per disputare le Olimpiadi con l’inedita selezione della Gran Bretagna: nel torneo a cinque cerchi di Londra è stata tra le poche della sua squadra a mettersi in luce, anche nella partita contro l’Italia. Una scommessa per il futuro che Busto affianca – con un contratto di un anno – a due sicurezze come Arrighetti e Garzaro.
"Giocare in Italia è sempre stato il mio sogno – dice la giocatrice britannica – ma non posso ancora credere di essere andata a dormire ieri notte come bruco e di svegliarmi oggi come "farfalla"! Sarà un onore essere la prima giocatrice inglese nel campionato italiano; fin qui l’ho visto solo in video e via Internet, ma il fatto che tra i nuovi acquisti ci siano Sloetjes e Buijs potrà aiutarmi ad ambientarmi, visto che anche loro vengono dalla Germania. Questa per me è l’occasione di una vita: farò di tutto per guadagnarmi il posto in squadra". Tecnicamente non c’è dubbio sul punto di forza dell’altissima centrale: "So che i miei muri possono essere determinanti, una compagna di squadra una volta mi ha soprannominato "piovra" perché le sembrava che avessi braccia dappertutto! Però mi piace molto anche attaccare forte e cercare angoli difficili".

POLEMICA – Ieri dalle colonne del "Corriere dello Sport" il presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Carlo Magri, ha attaccato la Futura per l’accordo di fornitura di servizi con la nazionale della Repubblica Ceca, recentemente annunciato dalla società bustocca: "Quello che è successo – ha dichiarato il numero uno della FIPAV – secondo me va oltre le norme e le regole, è una questione di etica. Troveremo una maniera per evitare che il movimento e la nazionale subiscano questa offesa". Nell’intervista, Magri ricorda anche di aver "fatto di tutto per far avere a Busto la wild card per la Champions League".

NAZIONALE – Il commissario tecnico Marco Mencarelli ha diramato le convocazioni per i prossimi appuntamenti della nazionale maggiore. Al torneo di Montreux (da lunedì 27 maggio) parteciperà un gruppo di 12 giocatrici; accanto a Caterina Bosetti e all’ormai ex bustocca Valeria Caracuta ci saranno anche Signorile, Diouf, Bertone, Chirichella, Folie, Barcellini, Tirozzi, Gennari, Bianchini e De Gennaro. Altre 14 giocatrici, tra cui Valentina Arrighetti e Veronica Bisconti, resteranno al Centro Pavesi di Milano sotto la guida di Paolo Tofoli.
Successivamente (7-9 giugno) le azzurre disputeranno un quadrangolare ad Alassio con Turchia, Giappone e Brasile; per questa manifestazione tra le convocate ci sono Caracuta, Arrighetti e Lucia Bosetti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.