Laura Boldrini: “Rigurgito di nazifascismo pericoloso per la democrazia”

La presidente della Camera ha citato anche l'episodio di Malnate quando un gruppo di 400 skinhead ha festeggiato il compleanno di Hitler. D'accordo con lei il sindaco malnatese Samuele Astuti

Varese e il nazifascismo ancora al centro della cronaca. È stata la presidente della Camera Laura Boldrini a citare la città giardino nel quadro di un commento riferito al rigurgito di estrema destra dell’ultimo periodo, parlando ad Arcevia: «A Varese c’è stato un raduno pubblico per festeggiare il compleanno di Adolf Hitler e non ho sentito proteste. In un comune del Lazio è stato eretto un monumento al maresciallo Graziani. Lo ha deciso l’amministrazione comunale. Si è troppo abbassata la guardia! Non sono episodi di folclore. Sono fatti gravi e pericolosi che non debbono accadere, perchè mirano a colpire la nostra democrazia». D’accordo con la Bodlrini il sindaco di Malnate, Samuele Astuti, che in vero insieme ad altri politici del Pd e di Scelta Civica, ai sindacati, all’Anpi e ad altri esponenti politici ha manifestato il proprio dissenso dopo lo svoglimento della manifestazione per celebrare il compleanno di Hitler lo scorso 20 aprile. Sabato prossimo, alle 15, l’Anpi cittadina e provinciale ha organizzato una manifestazione nella stessa area alla Folla di Malnate, in via Gorizia, per «contrastare ogni forma di fascismo e nazismo. Sono d’accordo con la presidente Boldrini – ha spiegato Astuti all’Ansa – servono atti concreti e la manifestazione di sabato prossimo sarà un segnale per prendere le distanze da un episodio che ha scosso la cittadinanza. Il raduno non aveva ricevuto alcun tipo di autorizzazione da parte del Comune – ha concluso – e abbiamo saputo quel che era accaduto solo quando la festa si era già conclusa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.