Lavoro e impegno: le borse di studio premiano il merito degli studenti

Si è svolto all'ateneo castellanzese l'incontro fra donatori e borsisti. Il presidente Graglia: «Il merito deve smettere di essere soltanto un proclama per ritornare ad avere una centralità con iniziative concrete»

Chi ha deciso di contribuire allo studio e chi di questi contributi ha usufruito. Si sono incontrati oggi alla Liuc i donatori e i borsisti. Questo appuntamento è ormai una tradizione per l’università Carlo Cattaneo che una volta l’anno decide di far incontrare le due parti. 
 «Questo momento di incontro fra donatori e borsisti – dichiara Michele Graglia, da poco presidente dell’Ateneo – è come ogni anno estremamente significativo per la LIUC. Una giornata nel segno del merito, quel merito che, in un momento così critico per il nostro Paese, in cui la formazione è l’unica vera chiave per la ripresa, deve smettere di essere soltanto un proclama per ritornare ad avere una centralità con iniziative concrete. Ai donatori rivolgo il mio più sentito grazie per il vostro contributo: un sostegno indispensabile che permette a molti studenti di toccare con mano la qualità della didattica ma anche di cogliere le numerLavoosissime opportunità di internazionalizzazione e di placement che l’Università offre. Una chance che voi studenti vi siete guadagnati con l’impegno e lo studio».

I contributi diretti sono elargiti in forme diverse: borse di studio (basate su merito e reddito su fondi diversi), borse di studio in collaborazione con il Comune di Castellanza, premi di merito, contributi per la partecipazione ai programmi di mobilità internazionale, premi di tesi su specifici argomenti di ricerca.
Nell’Anno Accademico 2011/12 il Servizio per il Diritto allo studio ha erogato 796.000 euro in contributi diretti agli studenti, mentre 945.000 euro è stato il valore di esoneri e riduzioni rette. Per l’Anno Accademico 2012/13 sono previsti invece benefici per un valore di 768.000 euro da erogare dal Servizio per il Diritto allo studio in contributi diretti agli studenti e dal Servizio Relazioni Internazionali per la mobilità. 907.000 euro, invece, il valore di esoneri e riduzioni rette.
Un peso sempre più rilevante assume poi l’iniziativa Premiamo il merito.
Diverse le realtà che hanno decido di contribuire allo studio: Regione Lombardia, Camera di Commercio di Varese, Provincia di Varese, Comune di Castellanza, di enti quali la Fondazione Famiglia Legnanese, l’Associazione Amici LIUC e la Fondazione Cariplo, imprese come la Pedrollo Spa, banche, associazioni di settore e singoli privati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.