M5S in visita alle carceri varesine: “Ai Miogni degrado assoluto”

La senatrice Laura Bignami e la consigliera regionale Paola Macchi: «A Busto c'è un padiglione nuovo e mai utilizzato: che senso ha se intanto l'altra struttura ha così tanti problemi?»

Si torna nuovamente a parlare della situazione molto difficile delle carceri in provincia di Varese. L’occasione è la visita di due esponenti del Movimento 5 Stelle – la senatrice Laura Bignami e la consigliera regionale Paola Macchi - alle due case circondariali: quella dei Miogni a Varese (foto a sinistra) e quella di Busto Arsizio (foto sotto).
Il quadro descritto non varia rispetto a quello che purtroppo abbiamo imparato a conoscere bene negli ultimi anni. «Ai Miogni c’è veramente una situazione di degrado assoluto – spiega Macchi, membro in Consiglio regionale fa parte della commissione speciale sulla carceri – che impatta sia sulla vita delle persone detenute che degli operatori». Situazione difficile, ma meno "drammatica", a Busto dove comunque vive il doppio della popolazione carceraria teorica. «Qui però abbiamo visitato un’ala nuova, completa, destinata a persone disabili, e mai utilizzata – continua la consigliera -. E’ strano pensare che da una parte c’è una situazione di sovraffollamento e degrado inacettabile e dall’altra uno spazio così. Ci chiediamo perchè nessuno abbia pensato di utilizzarlo». Sembra, ci spiega Macchi, che ci sia un «problema burocratico all’origine, ma porterò il problema in commissione per approfondire la questione».
Per quanto riguarda Varese, da architetto, Macchi ritiene che «ristrutturare l’edificio sia molto difficile. Anche l’ampliamento, data la sua posizione in centro, non mi sembra una via praticabile».
L’obiettivo ora è quello di visitare anche le altre carceri lombarde e studiare bene la situazione nella commissione regionale. «Fare proposte – conclude Macchi – è il motivo per cui si fa parte di una commissione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.