Musica e poesia, Van De Sfroos conquista Gallarate

I racconti, le parole e la musica del cantautore s'incontrano con i poeti dialettali locali, con le storie narrate per immagini proiettate sul palco del Teatro Condominio

Le storie dei minatori della montagna, quelle dell’alluvione di New Orleans, ma anche le poesie in dialetto gallaratese. C’è davvero di tutto nel concerto-spettacolo del Teritoritour di Davide Van De Sfroos, che ha fatto tappa a Gallarate al Teatro Condominio: i pezzi graffianti ormai classici ma sempre rivisti lungo la strada (dalla Balera alla Curiera, da Pulenta e galena fregia a Breva e Tivan), le storie e le emozioni dei dischi più recenti (Cimino, Yanez, la Machina del ziu Toni), ma anche i video girati ad hoc per il Teritoritour.

Galleria fotografica

Van De Sfroos in concerto a Gallarate 4 di 30

Qui trovi le foto del concerto

Così prima del racconto di miniera di "Pica" (la storia del minatore prende il corpo e il volto di un minatore che parla, così alle storie comico-mitiche dei paesini del lago si aggiungono anche le immagini di Gallarate che per un giorno ospita Van De Sfroos. Tra le poesie ci sono anche quelle di Pietro Tenconi, il poeta gallaratese che tutti conoscono e che sale anche sul palco, con i suoi pittoreschi baffi d’altri tempi. Ricordi, personaggi mitici, speranza, radici e ali per il futuro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Van De Sfroos in concerto a Gallarate 4 di 30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.