Napodano show, Orago vince sempre

Nelle finali regionali Under 14 la stella del Progetto Volley decide le sfide contro Pro Patria Milano e Picco Lecco; ora la fase nazionale a Foligno. Lo Yaka Volley si ferma in finale contro i Diavoli Rosa

Successo di Orago nelle finali regionali Under 14: al Bione di Lecco le varesine vincono il secondo titolo regionale consecutivo e soprattutto si guadagnano il diritto di difendere a Foligno, dal 23 al 26 maggio, lo scudetto di categoria conquistato lo scorso anno. L’ennesimo successo della squadra allenata da Andrea Pirella non sembrerebbe una gran notizia, ma in questa stagione il primo posto era un traguardo sulla carta tutt’altro che scontato; soprattutto per la presenza della Pro Patria Milano, squadra ben costruita e fisicamente ancor più dotata delle varesine. Per vincere c’è voluta una superlativa Francesca Napodano: la banda del 1999 (già protagonista in B1 e Under 18) si è inevitabilmente aggiudicata il premio riservato alla miglior giocatrice delle finali al termine di una giornata da incorniciare. Basti pensare che sono stati ben 43 i punti messi a segno dalla ragazza di Casale nella  combattutissima semifinale contro la Pro Patria, chiusa da Orago soltanto sul 3-2 (25-16, 23-25, 21-25, 25-16, 15-5): dopo un primo set deciso dal break sul 20-14 firmato Napodano, le varesine avevano sofferto nel secondo (dal 18-15 al 20-21, poi 23-25) e soprattutto nel terzo, tutto lottato punto a punto fino al 19-21. Da lì in poi, però, non c’è più stata storia: un quarto set segnato dagli ace di Bellinetto (4-1, 14-9) e naturalmente dagli attacchi del capitano (20-13), poi il tie break dominato in lungo e in largo (8-1, 11-2).
Per Orago, a questo punto, è stata quasi una formalità la finale contro le padrone di casa della Picco Lecco, che in mattinata avevano battuto la Pallavolo Curtatone per 3-1 (25-18, 25-17, 24-26, 25-19). La volenterosa squadra di Luisella Milani, infatti, aveva ben poche armi a disposizione per infastidire Giorgia Perinelli e compagne: la finale, come da pronostico, si è chiusa sul 3-0 (25-10, 25-16, 25-10). L’inizio della partita – 7-0 con 5 punti di Napodano – aveva già parlato chiaro, ma anche negli altri due set è stato sempre il Progetto Volley a imporre la sua legge, partendo sul 6-0 nel secondo e ancora sul 7-0 nel terzo. Meritatissimo il trionfo finale delle varesine, che continuano a cullare il sogno di portare tre squadre alle finali nazionali: domenica 19 maggio toccherà all’Under 16, la settimana successiva all’Under 18 (sotto l’egida di Villa Cortese).
Questa la rosa completa della squadra vincente:
Fusari, G.Perinelli, Bellinetto, Fantin, Napodano, Torno, Scaffidi, Imperiali, Aprile, Mosca, Colombo.

Non è andata altrettanto bene in Under 14 maschile l’avventura dello Yaka Volley Malnate, che si è fermato a un passo dal titolo regionale a Brugherio, arrendendosi ai padroni di casa Diavoli Rosa che si sono imposti con il punteggio di 3-1 (25-17, 10-25, 25-6, 25-17). In semifinale i varesini avevano superato la Virgilio Mantova battendola per 3-2 (23-25, 25-23, 15-25, 25-23, 15-6) mentre i Diavoli si erano liberati di Azzano con un più netto 3-1 (16-25, 25-19, 25-20, 25-20). Miglior giocatore delle finali Filippo Santambrogio, della squadra campione.

MONDIALI JUNIORES – La nazionale femminile Juniores guidata da Davide Mazzanti si è qualificata ai Mondiali di categoria, in programma dal 21 al 30 giugno in Repubblica Ceca. Nel torneo di qualificazione di Cividale del Friuli le azzurrine hanno superato nettamente la Finlandia (3-1), la Spagna (3-0) e la Slovacchia (3-0), facendo fronte senza problemi anche alla pesante assenza del capitano Chirichella. Brillantissime le prestazioni delle tre giocatrici di casa Villa Cortese: l’azzatese Elena Perinelli, Miriam Sylla e Beatrice Parrocchiale sono state tra le grandi protagoniste della tre giorni di gare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.